logo san paolo
sabato 25 giugno 2022
 
Angelus
 

Francesco: l'Italia combatta ogni attentato alla vita umana

07/02/2016  Nell'Angelus domenicale il pontefice invita i fedeli a recitare l'Ave Maria per "l'amata Siria", per la quale invoca una soluzione politica. E nella Giornata per la vita esorta l'Italia a combattere ogni attentato all'esistenza umana, dal concepimento alla fine.

Un’Ave Maria «per l’amata Siria» recitata insieme ai fedeli in piazza San Pietro e la richiesta di «una soluzione politica del conflitto, l’unica capace di garantire un futuro di riconciliazione e di pace a quel caro e martoriato Paese, per il quale vi invito a pregare molto».

Francesco dedica le riflessioni legate all’Angelus domenicale in piazza San Pietro a temi forti: la guerra in Siria e il destino delle migliaia di profughi in fuga, la lotta alla tratta degli esseri umani (definita «un’intollerabile vergogna»), di cui lunedì ricorre la giornata mondiale.

Nella Giornata per la vita, non poteva mancare il richiamo all’importanza di «testimoniare la cultura della vita», per aiutare l’Italia a «guarire da tutti gli attentati all’esistenza umana, dal concepimento al suo naturale tramonto, osando un cambiamento interiore, che si manifesta anche attraverso opere di misericordia».

I vostri commenti
4

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo