logo san paolo
mercoledì 05 ottobre 2022
 
 

Ascoli, il bello della provincia

12/01/2011  Tranquillità ed eventi culturali: il ritorno all'antico splendore del Forte Malatesta, sede di un'intrigante mostra sull'astrattismo, è l'occasione per scoprire la città marchigiana.

Ascoli Piceno è una città che meriterebbe più attenzione. Bella, curata, tranquilla, ma non priva di stimoli culturali, unisce i pregi della vita di provincia con un patrimonio artistico e ambientale (nei dintorni) degno di una grande meta. Dopo decenni di abbandono, il Forte Malatesta, uno dei più significativi monumenti dell’architettura fortificata rinascimentale e simbolo della città marchigiana, è tornato al suo splendore, diventando luogo destinato alla fruizione culturale. Una interessante mostra allestita al suo interno può essere lo spunto per un weekend all’insegna dell’arte e dei piaceri della provincia, tutt’altro che astratti.

“Astrattismo italiano, capolavori della collezione Fiocchi” presenta una delle più intriganti collezioni private del ‘900, per la prima volta in uscita dalle pareti domestiche. Si tratta di 230 opere (fra dipinti e sculture) raccolte in oltre cinquant’anni da Serafino Fiocchi, raffinato e curioso collezionista ascolano. Sono esposte opere di Giacomo Balla, Osvaldo Licini, Fontana, Burri, Crippa, Caporossi, Scanalino, Vedova, Perilli, Parmeggiani… Fra gli stranieri, figurano opere di Mirò, Masson, Beuys e Lewitt. La mostra resterà aperta fino al 6 marzo. Si può raggiungere il Forte in bicicletta attraverso un’apposita pista, noleggiandola in Piazza Arringo: il costo del noleggio includerà l’ingresso all’esposizione. Info: www.ascolimusei.it.


INFORMAZIONI PRATICHE


Ascoli Piceno è una città dall’atmosfera intima, dal fascino esclusivo racchiusa in un paesaggio tra i più belli d’Italia, fuori dai consueti itinerari di massa. Tra severe torri medievali, raffinati palazzi rinascimentali, chiostri raccolti si aprono piazze scenografiche, veri e propri salotti cittadini come piazza del Popolo, tra le più belle d’Italia, con l’elegante loggia dei Mercanti e angoli dagli scorci suggestivi.

Dove dormire
HOTEL RESIDENZA 100 TORRI, via Costanzo Mazzoni, telefono 0736/25.51.23. Albergo di charme a quattro stelle, nato nelle scuderie di un palazzo nobiliare del ’700. Prezzi: 200 euro la camera doppia con prima colazione - HOTEL PALAZZO GUIDEROCCHI, via Cesare Battisti, telefono 0736/24.40.11. A pochi passi da piazza del Popolo è un prestigioso albergo, elegante e suggestivo. Prezzi: da 70 a 160 euro con prima colazione a seconda della tipologia di stanza.

Dove mangiare

VILLA CICCHI, Abbazia di Rosara, telefono 0736/25.22.72. Si è accolti in una dimora del Settecento con mobili d’epoca oppure in giardino. Cucina di tradizione con ottimi fritti. Prezzi da 35 euro - GALLO D’ORO, Corso V. Emanuele, 54, telefono 0736/25.35.20. Specialità ascolane, piatti a base di funghi, tartufi e pesce fresco, ma anche cucina innovativa. Prezzi da 35 euro.

Shopping

Per portare a casa le cose buone del posto, si va alla Gastronomia Migliori, piazza Arringo 2, telefono 0736/25.00.42. Si possono acquistare olive di tutti i tipi: in salamoia, ripiene da friggere, già fritte, appena uscite dalla padella e servite al cartoccio.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo