Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 29 maggio 2024
 
la strage di pentecoste
 

Attacco a una chiesa in NIgeria, decine di morti

05/06/2022  Uomini armati hanno sparato sui fedeli durante la Messa di Pentecoste nella chiesa cattolica di San Francesco a Owo, nello Stato di Ondo

Un uomo filma con il telefonino e urla straziato da quello che vede. Per terra fra i banchi di una chiesa giacciono in mezzo a pozze di sangue uomini, donne e anche bambini. Un giovane trova la forza di raccogliersi in preghiera davanti a un cadavere. Tutto intorno urla e pianti.

Sono terribili le immagini che arrivano dalla chiesa cattolica di San Francesco a Owo, nello stato sud occidentale di Ondo, in Nigeria. Uomini armati sono entrati in chiesa durante la Messa di Pentecoste e hanno sparato sui fedeli. Manca ancora un bilancio ufficiale della strage, ma i morti potrebbero essere almeno 40. Forse anche di più. Il quotidiano nigeriano The Daily Nation scrive che i morti sono oltre 50.

“La Messa era quasi finita, stavo invitando i fedeli a uscire quando abbiamo cominciato a sentire spari da varie angolazioni”, ha raccontato alla BBC Padre Andrew Abayomi, uno dei sacerdoti della chiesa.

Il governatore dell'Ondo, Arakunrin Oluwarotimi Akeredolu, ha dichiarato di essere in procinto di tornare nello Stato dalla capitale Abuja dopo "l'attacco immotivato e l'uccisione di persone innocenti di Owo".

"Impegneremo ogni risorsa disponibile per dare la caccia a questi assalitori e fargliela pagare", ha dichiarato in un comunicato, definendo l'assalto "vile e satanico".

"È una domenica nera a Owo. I nostri cuori sono pesanti. La nostra pace e la nostra tranquillità sono state attaccate dai nemici del popolo. È una perdita personale, un attacco al nostro caro Stato”, ha aggiunto il governatore. Il vescovo della diocesi di Owo, Jude Arogundade, sta raggiungendo la chiesa colpita dall’attacco.

Mentre gran parte della Nigeria è alle prese con problemi di sicurezza, l'Ondo è ampiamente conosciuto come uno degli Stati più pacifici del Paese.Il Presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha condannato "l'atroce uccisione di fedeli".

Il Paese più popoloso dell'Africa è stato testimone di attacchi e rapimenti a scopo di riscatto da parte di bande armate, soprattutto nel nord-ovest. Tali attacchi sono rari nel sud della Nigeria.

La BBC ricorda che una settimana fa il capo della Chiesa metodista in Nigeria è stato rapito insieme ad altri due chierici nel sud-est del Paese.

Il prelato metodista ha dichiarato di aver pagato 240.000 dollari (190.000 sterline) per essere liberato insieme ai suoi compagni.

Due settimane fa, due sacerdoti cattolici sono stati rapiti a Katsina, lo Stato natale del presidente Muhammadu Buhari, nel nord del Paese. Non sono stati rilasciati.

"Non possiamo continuare a tollerare che la realtà venga celata. Domenica di Pentecoste e in Nigeria è stato un massacro. Andare in chiesa, partecipare alla Messa consci di poter morire. Acs, indignata, prega per questi nostri fratelli!". La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre commenta così l'attacco alla chiesa nel sudovest della Nigeria, e in un tweet pubblica una foto che testimonia il massacro.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo