Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 22 aprile 2024
 
Volare
 

Bagaglio a mano, sempre più restrizioni

12/06/2015  Alcune compagnie aeree hanno già aderito al progetto della IATA, organizzazione internazionale che gestisce l'83 per cento del traffico aereo: presto per volare le dimensioni del bagaglio a mano saranno ulteriormente ridotte.

Chi aveva l’abitudine di stivare tutto il necessario per il viaggio nel trolley a mano, onde evitare l’odiosa attesa al nastro dei bagagli, resterà deluso. La IATA, International Air Transport Association, organizzazione internazionale con sede in Canada che rappresenta 260 fra le principali compagnie aeree e di conseguenza l’83 per cento del mercato del traffico aereo, sta pianificando di cambiare le regole per le dimensioni dei bagagli a mano. Addio ai maxi trolley: le nuove dimensioni sono persino più punitive di quelle già da tempo adottate da alcune compagnie low cost, come la RyanAir e la EasyJet.

Per la precisione, secondo le nuove direttive in arrivo, cui
hanno già detto sì compagnie come Avianca, Azul, China Southern, Emirates, Lufthansa e Qatar, il bagaglio a mano dovrà essere di 55 centimetri di altezza, 35 centimetri di larghezza e 19 di profondità, comprese le ruote, i manici e le tasche esterne.

Per EasyJet,
la valigia a mano può misurare 56 per 45 per 25. RyanAir è più severa: 55 per 40 per 20 per un massimo di 10 chili. Dunque, prepariamoci a qualche rinuncia per quanto riguarda i nostri look in viaggio.

Tutti costretti a vestire in modo basico.
Se la meta è una spiaggia tropicale, dove bastano un pareo, un paio di ciabattine e un costume, può andare bene. Ma il manager che si sposta con completi giacca e cravatta, oltre a computer e tablet (per quanto ormai ultra light) avranno non pochi problemi. E di fatto sono proprio loro quelli che si vedono scendere di corsa dalla business solo con il trolley a mano.  Per chi lavora il tempo è denaro… Anche loro saranno costretti a consegnare la valigia al check in per essere sistemata nella stiva. I marchi di valigie inizieranno presto a produrre nuove linee con l’etichetta “IATA Cabin Ok”.

Quanto al peso massimo del bagaglio, la IATA lascia per ora libere le singole compagnie aeree.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo