logo san paolo
mercoledì 23 giugno 2021
 
 

Ogni momento è buono per indignarsi

19/02/2011  Quattro tegole in un giorno solo, non era mai successo. Ma la sensazione è che passata la bufera tutto torni sempre come prima. Anzi, peggio: per la sensazione d'impunità che ne deriva.

Lasciamo pure da parte l’indignazione, ingrediente le cui scorte si stanno esaurendo. Attenti a non restarne senza. Del resto indignarsi porta a risultati concreti quando l’emozione popolare è così sentita e condivisa da provocare un reale cambiamento. Questo però succede in circostanze eccezionali: e non è nemmeno detto che gli effetti siano duraturi. Per esempio Tangentopoli mise sottosopra l’intera classe politica, ma penalmente fece volare soltanto quattro stracci. Passata la bufera, un po’ alla volta tutto è tornato come prima. Anzi peggio, per la sensazione di impunità che ne è derivata.

Il Pio Albergo Trivulzio di Milano, già travolto dallo scandalo all'inizio di Tangentopoli, oggi al centro delle cronache per gli "affitti facili".
Il Pio Albergo Trivulzio di Milano, già travolto dallo scandalo all'inizio di Tangentopoli, oggi al centro delle cronache per gli "affitti facili".

Adesso ci si dovrebbe indignare ad ogni momento, visto il numero di tegole che ci cascano in testa. Ieri addirittura quattro in un giorno solo, mai successo: un paio di portata locale, ma rivelatrici di un perenne vizio nazionale; una a livello nazionale, anche se i protagonisti hanno radici locali; una infine internazionale, ma tale da coinvolgere per intero la nostra Nazione. Cioè a Milano lo scandalo degli affitti e a Roma quello delle assunzioni pilotate; sempre a Roma i ministri della Lega Nord che non vogliono festeggiare l’anniversario dell’Unità, senza sentire il dovere di dimettersi (dimissioni che i colleghi di governo, peraltro, si guardano bene dal sollecitare); infine il sarcasmo americano sull’Italia, fonte WikiLeaks, che dovrebbe provocare proteste ufficiali ma certo verrà minimizzato. Né è da pensare che qualcuno rinfacci qualcosa a quei capi americani, presidenti e militari, cui si devono disastri come la Baia dei Porci a Cuba, la guerra perduta in Vietnam, le figuracce in Iran, le menzogne usate per invadere l’Iraq, lo stallo in Afghanistan, i detonatori che oggi fanno esplodere il mondo arabo. Insomma, da che pulpito...

Resta il fatto che denunciare i peccati altrui non significa assolvere i nostri. Il Pio Albergo Trivulzio doveva aiutare i poveri, ha preferito favorire ricchi e potenti. Gli amministratori romani hanno assunto non i meritevoli ma il parentado. I leghisti continuano a esaltare un federalismo dai connotati tuttora ignoti, ma destinato ad alimentare doppioni, burocrazie e tasse. Ci sarebbe anche da dire qualcosa su quelle regioni, indovinate quali, dove gli scandali nemmeno fanno più notizia. Anche perché i loro dirigenti sono più furbi. Non violano i regolamenti. A scanso di noie, se li cambiano in anticipo. Così, anche laggiù, non è davvero il caso di indignarsi.

I vostri commenti
10
scrivi

Stai visualizzando  dei 10 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%
    PAROLA E PREGHIERA
    € 33,60 € 33,50
    VITA PASTORALE
    € 29,00
    GAZZETTA D'ALBA
    € 62,40 € 53,90 - 14%