logo san paolo
martedì 30 novembre 2021
 
 

Bagnasco insiste: "Correggere stili di vita"

27/09/2011  Il giorno dopo la prolusione all'ambasciata italiana presso la Santa Sede parla di "retto vivere" e di superare "la cultura del nulla" davanti a Letta, Alfano e Bersani.

Il presidente della Cei Angelo Bagnasco
Il presidente della Cei Angelo Bagnasco

 Il cardinale Angelo Bagnasco insiste: “Siamo ormai messi di fronte ad una situazione seria e grave, la cui severità richiede di correggere abitudini e stili di vita”. Il giorno dopo la prolusione va all’ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, per un convegno  in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia e, davanti al sottosegretario di Palazzo Chigi Gianni Letta, a tre ministri (Frattini, Fitto e Meloni) al segretario del Pdl Angelino Alfano e al segretario del Pd Luigi Bersani,  e ribadisce il concetto fondamentale espresso davanti al “parlamentino” dei vescovi,  spiegando che solo intrecciando “valori umani e cristiani” si può uscire dal “tunnel del nulla”, che definisce “vagamente radicaleggiante” e che è “l’anticamera di una diffusa tristezza”. Invece “l’unità del Paese si realizza solo attorno al retto vivere”. Intanto il portavoce della Cei mons. Domenico Pompili, ha fatto sapere che i vescovi hanno espresso “condivisione convinta e unanime” delle parole di Bagnasco: “Gli aggettivi più ricorrenti sono stati ferma, pacata severa e approfondita, riferiti alla prolusione”.  

I vostri commenti
4

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo