logo san paolo
martedì 07 dicembre 2021
 
dossier
 

Bambine e ragazze: 1 su 4 nel mondo ha subito abusi almeno una volta nella vita

24/11/2021  In Italia sono 3.762. Attraverso gli Spazi indifesa la Ong Terres des Hommes offre ascolto e supporto psicologico, legale ed economico alle giovanissime più vulnerabili

I dati raccolti nell’ultimo Dossier indifesa parlano chiaro: nel mondo tra le ragazze già sposate o che vivono una relazione, nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 19 anni, una su quattro ha subito violenza fisica e/o sessuale almeno una volta nella vita da parte del partner.

Nel corso degli ultimi 12 mesi, circa 15 milioni di ragazze adolescenti hanno subito rapporti sessuali contro la loro volontà, nella maggior parte dei casi a perpetrare la violenza sono mariti, partner e fidanzati (o ex).

E la violenza nei confronti di bambine e ragazze corre anche sul web, a livello mondiale il 52% di ragazze e giovani donne ha subito abusi online. Sono terribilmente giovani le vittime della violenza in rete. Già a partire dagli 8 anni di età le bambine subiscono abusi tramite internet, mentre la maggior parte delle ragazze viene molestata per la prima volta tra i 14 e i 16 anni.

Nella giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulle donne, Terre des Hommes lancia l’allarme anche sulle vittime minorenni, che spesso sono ancora più vulnerabili e senza voce.

In Italia i dati elaborati da Terre des Hommes dal Servizio Analisi Criminale della Direzione Centrale Polizia Criminale ci dicono che il 65% dei minori vittime di reato sono femmine, in numeri assoluti si tratta di 3.762 bambine e ragazze che hanno subito maltrattamenti e violenze nel 2020. Un dato tra i più alti mai registrati nella serie storica raccolta in questi dieci anni dall’organizzazione, con punte dell’89% per i casi di Violenza Sessuale Aggravata e dell’88% per quelli di Violenza Sessuale, subita l’anno scorso da ben 488 bambine e ragazze nel nostro Paese.

 

SPAZI INDIFESA

L’impegno di Terre des Hommes per la protezione delle ragazze si concretizza anche in Italia con la creazione di due Spazi indifesa dedicati all’ascolto, alla protezione e alla riattivazione delle risorse di donne e ragazze vittime, o a rischio di violenza, fisica, psicologica ed economica.

Compie un anno il primo spazio indifesaConsultami” aperto a Parma nell’ottobre del 2020, insieme all’associazione di promozione sociale Intesa San Martino, dove un’equipe multidisciplinare garantisce supporto a chi è vittima di violenza e stalking, o si sente in pericolo. Qui staff qualificato offre consulenze di tipo legale, psicologico e psicosociale, un servizio di logopedia e attività di supporto alla genitorialità per superare difficoltà emotive, problemi legati alle difficoltà economiche e, non da ultimo, per gestire traumi, ansie e criticità vissute in questi ultimi due anni a causa del Covid19.

L’esperienza positiva di Parma ha portato alla realizzazione di un secondo Spazio indifesa, inaugurato lo scorso settembre a Milano. Lo stabile, situato nel quartiere Gallaratese, è stato assegnato dal Comune in gestione a Terre des Hommes che, grazie al prezioso contributo di Fondazione Milan, ha restituito alla cittadinanza uno spazio multifunzionale. In particolare, donne e ragazze vulnerabili qui possono trovare tanti servizi dedicati, dalle consulenze psicologiche e legali, ad attività educative per i loro figli, nonché corsi di educazione finanziaria.

Per molte donne la fragilità economica è un ulteriore ostacolo ad allontanarsi da relazioni abusanti. All’Hub Spazio indifesa donne e ragazze ricevono strumenti e competenze per acquisire maggiore autonomia e indipendenza, oltre che un aiuto economico concreto tramite l’accesso ad un market solidale.

Lo spazio indifesa di Milano, infatti, è inserito nel sistema degli Hub di quartiere contro lo spreco alimentare. In modo molto innovativo, ai servizi alla persona si integra la risposta all’emergenza alimentare, esplosa durante la pandemia nel 2020, grazie ad un ampio network di associazioni del territorio e gruppi di volontari che mettono le loro competenze a disposizione della cittadinanza.

«La violenza contro le donne e le bambine è cresciuta nei due anni di pandemia che abbiamo trascorso, fino a diventare un’emergenza nell’emergenza, ce lo dicono i dati raccolti nel nostro Dossier indifesa, ma ce lo raccontano anche le storie delle persone che incontriamo nei nostri spazi indifesa» afferma Paolo Ferrara Direttore Generale di Terre des Hommes Italia. «Gli spazi Indifesa sono luoghi dove offriamo ascolto e protezione a donne e ragazze vittime di abusi fisici, psicologici ed economici grazie ad un forte lavoro di rete con associazioni radicate sul territorio, che ci permette dare fornire servizi con un approccio multidisciplinare. Ci auguriamo che quelli di Parma e Milano siano solo i primi due di tanti altri spazi indifesa, su tutto il territorio nazionale, per contrastare la violenza di genere e promuovere una cultura di rispetto ed equità».

Multimedia
"Lella per sempre". Da Simone Cristicchi a Tosca, cantanti insieme contro la violenza sulle donne
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo