Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 29 maggio 2024
 
Il ritratto di uno scrittore
 

Aldo Nove: «Battiato? Attraverso la musica cercava di capire sé e Dio»

18/05/2021  Così lo scrittore ricorda il grande cantautore siciliano, al quale ha dedicato un saggio documentato e profondo

«La musica per lui era una via privilegiata per comprendere sé stesso e avvicinarsi al divino». Così lo scrittore Aldo Nove ricorda Franco Battiato, al quale ha dedicato un saggio documentato e profondo. 

Franco Battiato (Sperling & Kupfer) è molto più di un’autobiografia, per quanto puntuale, del cantautore siciliano: è soprattutto un atto d’amore dello scrittore Aldo Nove verso un artista «che mi ha cambiato la vita fin da bambino e che da allora è sempre stato una medicina per tenere aperti la mente e il cuore».

Qual è la specificità di Franco Battiato?

«Ha scelto la musica come strumento di comprensione di sé e di Dio, spaziando dall’elettronica alla classica, dal pop al rock. Questa vastità di interessi fa sì che anche chi pensa di non conoscerlo in realtà lo ha ascoltato. Due esempi: Propiedad Prohibida è diventata la sigla di Tg2 Dossier mente Un falco nel cielo è stata adottata dagli scout».

Dedica molte pagine al Battiato “mistico”. Da questo punto di vista, qual è la sua canzone più bella?

«Lode all’Inviolato. Cito l’incipit: “Ne abbiamo attraversate di tempeste. E quante prove antiche e dure. Ed un aiuto chiaro da un’invisibile carezza di un custode”. È un distillato della sua ricerca spirituale che l’ha portato dalle sue radici cristiane e in particolare dall’ammirazione per figure come sant’Agostino e santa Teresa d’Avila, all’induismo, al buddhismo e all’islam».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo