logo san paolo
sabato 22 gennaio 2022
 
 

I Vescovi della Polonia: un Paese diviso

31/03/2011  In una lettera indirizzata a tutta la Polonia in occasione della beatificazione di Giovanni Paolo II, i vescovi polacchi manifestano la loro "preoccupazione" per la situazione.

“Abbiamo un amico di Dio in Cielo”, scrivono i Vescovi polacchi in una lettera  a tutto il Paese  in vista della beatificazione di Giovanni Paolo II. Sottolineano poi che “il dono della vita e del ministero di Papa Giovanni Paolo II ha arricchito la vita della Chiesa contemporanea e del mondo”. 

     “Nelle sue Encicliche sociali", aggiungono, "ha chiesto che la vita sociale e nazionale venga sempre guidata dai principi di giustizia e solidarietà. E ha chiesto di prendere in considerazione il caso particolare dei poveri, degli emarginati”. Secondo i vescovi la preparazione alla beatificazione di Giovanni Paolo II “non può fermarsi solo alle questioni di vita personale e familiare”: “Condividiamo la preoccupazione per la qualità e lo stile della vita politica nel nostro Paese”, in cui “si manifestano le scandalose divisioni tra persone di diverse fazioni. Si manifestano ostilità e inimicizia. La libertà e la democrazia di oggi non è quella che abbiamo sognato negli anni bui del comunismo”.

     Quindi ammettono  che “come pastori della Chiesa sappiamo che per invitare gli altri a cambiare i loro cuori, dobbiamo prima dare l'esempio. Così imitando Giovanni Paolo II, che spesso ha avuto il coraggio di chiedere perdono per i peccati commessi dai figli della Chiesa, vorremmo confessare che spesso non abbiamo saputo combattere apertamente il male, che si oppone alla concordia e all'unità”.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo