logo san paolo
martedì 30 novembre 2021
 
 

Benedetta Parodi: viva la salsa col pomodoro

05/04/2011  Lo dice Benedetta Parodi, l’autrice di ricette più amata dagli italiani, che ci svela tutti i segreti sulle salse.

«Olio, aglio e acciuga: no, non è la bagna cauda che, pur essendo di Alessandria, non è tra le mie salse preferite. È un semplice segreto (molto piemontese) per condire un’insalata o un ricco piatto di tagliatelle fresche». Abbiamo appena cominciato a chiacchierare e già abbiamo la sensazione che ci abbia invitato a sedere nella sua cucina. Del resto è proprio dai fornelli di casa che Benedetta Parodi, 38 anni, giornalista e conduttrice, entra tutti i giorni nelle case degli italiani all’ora del Tg di mezzogiorno, con la sua seguitissima rubrica televisiva Cotto e mangiato. Grazie alla sua aria semplice, al suo sorriso dolce di moglie e madre (è sposata con il giornalista sportivo Fabio Canessa e ha tre bimbi: Diego di 16 mesi, Eleonora di 6 anni e Matilde di 8), ha conquistato gli italiani. I fan non si contano, al punto che il libro di ricette nato dalla trasmissione (Cotto e mangiato, Vallardi) è il più venduto del 2010.

– Qual è il segreto di questo successo?

«Vivo le cose con leggerezza, non mi faccio troppe domande, forse non mi rendo proprio conto. Da lettrice appassionata, mi imbarazza un po’ il fatto che un mio libro abbia superato nelle vendite best seller di autori che amo, come Eco o Follett. Ma i libri di ricette e i romanzi sono cose diverse».

– Chi è il suo pubblico?

«Persone di ogni età, signore, ragazzi, anche bambini, che apprezzano il fatto che le ricette sono facili e veloci da realizzare, adatte a loro».

– Da piccola pasticciava in cucina?

«Ho sempre avuto passione per la cucina, ma miamadre, tipo molto preciso, non mi voleva in giro per la sua cucina. Ho cominciato a divertirmi ai fornelli all’epoca dell’università, quando per studiare sono andata a vivere da sola».

– Lei ha quella che oggi si potrebbe quasi definire una famiglia numerosa, le piace cucinare anche nel quotidiano?

«Cucinare mi rilassa. Se però devo pensare a una nuova ricetta mi piace essere sola. Altrimenti, con le bimbe che appoggiano sul tavolo i libri di scuola e il piccolo che chiede attenzione...».

– Lei ama la cucina semplice. Qual è il suo sugo preferito?

«La salsa al pomodoro, cotta a lungo e concentrata, con tanto olio: perfetta per la scarpetta».

– E l’etichetta?

«Che c’è di male? L’importante è non usare la forchetta, pensando di fare i fini... La salsa si assapora meglio tenendo il pane tra le dita!».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo