logo san paolo
lunedì 13 luglio 2020
 
il compleanno
 

Benedetto XVI compie 93 anni, niente visite per la pandemia

16/04/2020  «Sta bene, ma vista la situazione attuale non può ricevere visite e non ci sarà nemmeno il fratello Georg», dice il suo segretario, l’arcivescovo Georg Gaenswein. Negli anni scorsi la visita di papa Francesco e la festa con i prodotti tipici della Baviera

Un incontro tra Francesco e Benedetto XVI (Ansa)
Un incontro tra Francesco e Benedetto XVI (Ansa)

Un compleanno “blindato” quello del papa emerito Benedetto XVI (nella foto, in alto, i festeggiamenti per il 65° anniversario di sacerdozio nel 2016) che giovedì compie 93 anni. Dai primi giorni dell'emergenza coronavirus una cintura di sicurezza lo protegge. Vive con le persone che lo assistono nel monastero Mater Ecclesiae in Vaticano e non può ricevere visite. «Grazie a Dio, stiamo tutti bene», dice al telefono monsignor Georg Gaenswein, «tenendo conto della situazione attuale non ci saranno visite. Anche il fratello non c'è. Ma certamente sarà così che la giornata del compleanno del Papa emerito riceverà una veste più festiva e solenne», sottolinea il segretario del Papa emerito, sua fedele ombra da tanti anni.

Niente festa bavarese, dunque, per Ratzinger, che era diventata un po’ una tradizione di questi anni passati con le autorità del lander tedesco che ogni anno portavano nel monastero che si trova nei Giardini vaticani la voce della gente e la musica tipica cara a Ratzinger ma anche i prodotti enogastronomici, come l'immancabile birra. Non ci sarà l'amato fratello Georg, sacerdote, 96 anni compiuti a gennaio. È rimasto a Ratisbona a causa dell'emergenza sanitaria. L’anno scorso, Ratzinger aveva ricevuto, come ogni anno, la visita di papa Francesco.

Il genetliaco di quest’anno sarà dunque soprattutto un giorno di preghiera per il Papa emerito. Resta, secondo quanto riferiscono le persone a lui vicine, lucidissimo ma la situazione fisica è quella comune a molte persone della sua età. La voce si è fatta più flebile e aumentano i problemi anche per la sua vista. Per spostarsi all'interno del monastero e fuori nel giardino dove, quando il tempo lo permette, recita il rosario insieme a monsignor Georg, ha bisogno di una sedia a rotelle. Le giornate da qualche settimana sono un po’ più lunghe, con quella panchina vuota, appena fuori l'uscio del monastero. Lì si accomodavano gli ospiti che ora non possono fargli visita. Almeno fino alla fine dell'emergenza.

È un po’ la situazione dei tanti anziani che in Italia e nel mondo sono stati costretti a ridurre i loro contatti sociali all'indispensabile. Nipoti e familiari li possono vedere solo in videochiamata e la spesa fatta dai cari spesso è lasciata sulla porta prima che loro aprano, per evitare ogni rischio di contagio. Una situazione richiamata proprio da papa Francesco mercoledì mattina nella quotidiana messa a Santa Marta. «Preghiamo oggi per gli anziani, specialmente per coloro che sono isolati o nelle case di riposo. Loro hanno paura, paura di morire da soli. Sentono questa pandemia come una cosa aggressiva. Sono le nostre radici, la nostra storia. Loro ci hanno dato la fede, la tradizione, il senso di appartenenza, una patria. Preghiamo per loro perché il Signore gli sia vicino in questo momento».

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%