logo san paolo
giovedì 18 agosto 2022
 
 

Benzina, nuovi rincari grazie all’Iva

20/09/2011  Secondo l'Adoc l'aumento dell'imposta sui carburanti costerà 75 euro l'anno a famiglia

Con l’aumento dell’Iva dal 20 al 21 per cento un litro di benzina verde è arrivato a costare in media 1,64 euro, un prezzo maggiore del 12 per cento rispetto alla media europea. È quanto emerge dai dati diffusi dall’Adoc.

L’aumento provocherà circa 75 euro di maggiori spese per le famiglie, legati a costi diretti e indiretti. «Con l’aumento dell’Iva la benzina in Italia è arrivata a costare il 12,3 per cento in più della media europea», dichiara Carlo Pileri, presidente dell’associazione, «e al confine il risparmio è garantito, visto che in Svizzera si spende il 7,8 per cento in meno, in Francia il 5,1 per cento, in Austria la differenza è dell’8,6 per cento e in Slovenia la verde costa il 26 per cento in meno». Insomma, solo in Norvegia, Danimarca, Grecia e Olanda il prezzo è più alto.

Nel dettaglio, i 75 euro di Iva che graveranno ogni anno sulle famiglie italiane sono così suddivisi: 25 euro per costi diretti legati al pieno e circa 50 euro l’anno per la spesa alimentare, che subirà aumenti in quanto il trasporto dei beni avviene su gomma.

Tag:
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo