logo san paolo
sabato 28 maggio 2022
 
dossier
 

Bocconcini di tacchina in salsa sabauda

21/04/2015  Proposto dalla Locanda Fontanabuona di Mombercelli di Asti

In Piemonte il tacchino si chiama pito (“pitu”, dal termine onomatopeico pité, beccare), biro (“biru”) o dindo (“dindu”), abbreviazione di pollo d’India, nome scelto dai conquistatori spagnoli per indicare il gallinaceo delle Indie occidentali. Un tempo era allevato nelle cascine per le festività natalizie, in alternativa al più raffinato cappone, ed esistevano feste e giochi popolari in suo nome. Oggi lo si mangia tutto l’anno ed è ingrassato in strutture intensive. Più rari i tacchini nostrani, ancor più quelli che razzolano sulle aie. La carne migliore è quella della tacchina giovane, dalle ossa flessibili e dalla pelle delle zampe non scagliosa. La ricetta suggerisce per condire i bocconcini una salsa che pare provenga dai ricettari dei Savoia. La carne può essere anche di gallina o di galletto ruspante.

Ingredienti

Per la pasta:
- mezzo chilo di petto di tacchino
- un etto di filetti di acciuga sotto sale
- una manciata di foglie di salvia
- 2 spicchi di aglio
- un limone
- 2 pugni di farina di frumento
- mezzo litro di olio extravergine di oliva
- sale
- mezz’etto di pepe rosa
- peperoncino

Preparazione: 40 minuti
Persone: 6

Bocconcini di tacchina in salsa sabauda.
Bocconcini di tacchina in salsa sabauda.

  • 1. Tagliate il tacchino a fettine di circa cinque millimetri di spessore e ricavatene quadrati di circa cinque centimetri di lato.
  • 2. Infarinate le bistecchine e friggetele per due minuti da entrambi i lati in un bicchiere di olio ben caldo. Toglietele dalla padella, salatele e adagiatele su carta assorbente.
  • 3. Versate il restante olio in un tegame e scioglietevi a fuoco moderato le acciughe, che avrete dissalato. Unite l’aglio, la salvia, il pepe e, quando le acciughe saranno tutte sciolte, a fuoco spento aggiungete il succo del limone.
  • 4. Mettete i bocconcini in una ciotola, versatevi sopra la salsa ancora calda e lasciate macerare per un giorno. Servite a temperatura ambiente.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo