logo san paolo
sabato 05 dicembre 2020
 
dossier
 

Boko Haram, prove di un califfato africano

19/01/2015  80 rapiti, tra cui 50 bambini. La setta islamista colpisce ancora in Camerun. Ormai l'obiettivo sembra chiaro: creare un califfato in Africa simile a quello sorto in Iraq.

Con l’attacco di Baljouwel del 26 dicembre 2014 (distretto di Mayo-Moskota, parrocchia di Nguetchéwé), è stato ormai chiaro che Boko Haram è dentro al territorio del Camerun, e la fascia nord, al confine con la Nigeria, è una specie di quartier generale.
Una zona di accampamenti, dove i terroristi “scaricano” i rapiti, in attesa che la loro richiesta di copiosi riscatti venga soddisfatta. Ma l’ultimo rapimento, perpetrato ieri nel villaggio di Mabass, che ha visto i terroristi sequestrare un’ottantina fra donne e bambini, dopo aver messo il villaggio a ferro e fuoco, sembra avere uno scopo diverso.
Dato che ieri sono arrivate in Camerun le truppe inviate dal vicino Ciad per far fronte al gruppo fondamentalista, è evidente che il “più grande sequestro di persone mai effettuato nel Paese”, - come ha detto il ministro dell’informazione camerunense, Issa Tchiroma Bakary – vuole essere un’azione dimostrativa.

La setta islamista ha mandato, così, al governo centrale un messaggio chiaro: quella zona è off limits, e l’obiettivo finale sembra essere quello di creare, nell’area compresa tra Nigeria, lago Ciad, Cameroun e Niger, un califfato simile a quello sorto in Iraq. Inoltre, i bambini rapiti potrebbero essere destinati a rimpinguare le fila dei kamikaze, com’è accaduto la scorsa settimana nel Borno, con le bambina nigeriane. Nelle stesse ore, nel nord della Nigeria, un nuovo attentato kamikaze colpiva la città di Potiskum. In Cameroun, la gente è nel panico.
La maggior parte è scappata verso più verso l’interno, città come Mozogo, Moskota, Koza, Mokolo, Maroua, si sono viste arrivare migliaia di profughi. Il nord è deserto. Scuole, mercati, centri sanitari sono completamente chiusi. I pochi missionari – di stanza a Maroua – possono andare in visita alle parrocchie solo ben scortati.
Ma in alcuni villaggi, come Bornori, Djbrili, Talakatchi, Zénémé, Gouzda Vréket, Goldavi, Talkomani, la stessa Nguetchéwé (dove, nel novembre 2013, fu rapito il parroco, il missionario francese padre Georges Vandenbeusch, prima azione che rivelò lo sconfinamento di Boko Haram in Cameroun), la gente è rimasta, il che ha fa pensare a complicità con i terroristi.
Un problema quello delle complicità fra comunità locali e terroristi, che rende più difficile il lavoro di repressione da parte dell’esercito. A causa della distruzione dei villaggi, con coltivazioni e allevamenti annientati, secondo la Caritas locale, nei prossimi mesi, nei dipartimenti di Mayo-Sava e Mayo-Tsanava, potrebbe verificarsi una carestia, che andrebbe ad aggravare ulteriormente la già pesante situazione umanitaria.

I vostri commenti
7
scrivi

Stai visualizzando  dei 7 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%
    PAROLA E PREGHIERA
    € 33,60 € 33,50
    VITA PASTORALE
    € 29,00
    GAZZETTA D'ALBA
    € 62,40 € 0,00 - 14%