logo san paolo
lunedì 30 novembre 2020
 
dossier
 

«Palermo, Brancaccio. Qui c'era un magazzino, ora è casa»

18/10/2018  Ricominciare da “Sottozero”. Il marito perde il lavoro e la famiglia di Carola entra in un tunnel di privazioni. Ma si fa coraggio, chiede aiuto e risale la china

«Lo vedi? Questo era un magazzino. Ora è la mia casa. Da cui spero di non andarmene più». Palermo, quartiere Brancaccio: Carola, 40 anni, vive qui con Rosolino, da cui ha avuto tre figli: Nunzio, 8 anni, Andrea, 3 e Julian, 1.

Racconta la sua storia, gesticola, si alza, si siede e si rialza da una delle sedie che circondano il piccolo tavolo. Un divano, un fornello, un lavandino e un gigantesco televisore arredano la camera nella quale si entra direttamente dalla strada. Famiglia di origine numerosa, tre fratelli e due sorelle, «finché c’è stato mio padre non abbiamo avuto problemi. Poi un incidente stradale lo porta via a 42 anni. In casa non c’è niente, neppure il latte e il pane. Mia madre cardiopatica lava le scale nei condomini per mantenerci. Quando incontro mio marito è come incontrare un angelo custode».

Accade dieci anni fa: Carola va a vivere con Rosolino. Nasce Nunzio. Poi il lavoro di lui alla Fincantieri finisce. «Così comincia il nostro “brutto percorso”» dice Carola. «Smettiamo di pagare l’affitto. I bambini del quartiere mangiano il gelato e mio figlio li guarda, perché non possiamo comprarglielo. Nasce Andrea e lo allatto dieci mesi così da non dover spendere per il latte. Resto di nuovo incinta». Viene al mondo Julian. «Occupiamo una casa, ricominciamo da sottozero». È durante quel sottozero che nella vita di Carola entra L’Albero della Vita. «Conosco Serena Fleres e Rita Purrazzella, impegnate nel progetto “Varcare la soglia”. Non piango più ma imparo ad affrontare le cose. Insieme discutiamo il problema della casa, troviamo un lavoro a Rosolino che comincia ad aiutare il cugino in una pescheria».

Vanno tutti a vivere dalla mamma di Carola, «ma siamo in 14 in due stanze. Litighiamo». La soluzione è un magazzino di proprietà di una zia. «Anche con lei i rapporti sono tesi. Serena e Rita mi aiutano a ricomporre i rapporti familiari». La zia dice sì. «All’inizio è dura, quando piove entra l’acqua, ma poco per volta diventa una casa vera». Ed è una vita nuova: «Mio marito lavora, ho i miei bambini e accanto a me le operatrici che non mi lasciano sola. Grazie a loro ho richiesto e ottenuto il Sia, “sostegno per l’inclusione”, e l’assegno per le famiglie con tre minori». «Ti manca ancora qualcosa?», le chiedo. «No» risponde. «Oggi ho tutto».

(Foto di Valentina Tamborra)

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 0,00 - 14%