logo san paolo
domenica 26 giugno 2022
 
 

C9: si parla di laici e famiglia

04/07/2014  I cardinali chiudono i lavori e si riconvocano per settembre. Al centro del dibattito il ruolo dei laici e delle coppie sposate nei dicasteri vaticani

Il punto più interessante dei lavori di questi giorni del consiglio dei cardinali chiamati ad aiutare papa Francesco per la riforma della curia, sembra sia stato il contributo e il ruolo dei laici, in particolare delle coppie e delle donne, nella struttura che si occuperà di laici e famiglia.  "Non si sa ancora se saranno più dicasteri o un solo organismo", ha spiegato padre Federico Lombardi, portavoce vaticano, spiegando che l'elenco dei temi trattai in questi giorni è stato molto lungo.
In un clima "dalle tre effe, come dicono gli inglesi: free, franc e friendly", come lo ha definito padre Lombardi, i 9 con il Papa hanno affrontato anche il tema delle nunziature, in particolare del tipo di lavoro e della scelta die nomi, e quello delle procedure per la scelta dei vescovi. Nei giorni scorsi si era parlato anche di Governatorato e di segreteria di Stato.
La riforma procede affrontando uno per uno i nodi più problematici.
 "Il tempo è superiore allo spazio", ricorda qualcuno citando il Papa della evangelii gaudium. Cioè "la cosa importante è fare bene, non fare presto". E sicuramente i lavori proseguiranno ancora. Le date già fissate per i prossimi incontri sono quelle dal 15 al 17 settembre, dal 9 all'11 dicembre, dal 9 all'11 febbraio 2015.

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo