Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
martedì 16 luglio 2024
 
Saldi
 

Caccia all’affare, ma occhio alle truffe

02/07/2024  Sabato in quasi tutta Italia inizieranno i saldi: i consumatori devono dare un occhio al portafoglio, ma anche uno alle truffe. Ecco il vademecum dell’Unione per la difesa dei consumatori

Davanti alle vetrine un occhio va all’affare, uno al portafoglio, ma uno deve andare anche alle truffe che ogni anno diversi commercianti provano a mettere in vetrina: «Sabato prossimo in quasi tutta Italia iniziano i saldi estivi. Un'ottima opportunità di risparmio per i consumatori, che possono acquistare prodotti adocchiati da tempo a un prezzo inferiore. Ma la cosa importante è mantenere un approccio critico e consapevole, senza farsi prendere dall'entusiasmo. Il rischio truffa è sempre dietro l'angolo, per questo bisogna valutare attentamente la reale convenienza di ogni acquisto». È quanto ha detto Martina Donini, presidente nazionale di Udicon, Unione per la difesa dei consumatori).  

L'associazione ha stilato un elenco di semplici regole da seguire per sfruttare al meglio i saldi estivi:

  1. Lo scontrino è il vostro migliore alleato, ricordate sempre di conservarlo. Questo documento è fondamentale non solo per eventuali cambi, ma anche come prova d'acquisto in caso di contestazioni. Anche durante i saldi, avete il diritto di cambiare i prodotti acquistati, ma lo scontrino sarà sempre la vostra garanzia.
  2.  Qualità e stagionalità dei prodotti. I capi venduti durante i saldi dovrebbero essere articoli di carattere stagionale o di moda. Fate attenzione alla qualità e alle novità dei prodotti che state acquistando. Un buon affare non è tale se il capo è fuori stagione o di scarsa qualità.
  3. Politiche di cambio e reso. Sebbene la politica di cambi e resi sia generalmente a discrezione del negoziante, esistono delle tutele per voi consumatori. In caso di prodotti difettosi, avete diritto alla riparazione, alla sostituzione o al rimborso dell'importo speso. Non esitate a far valere i vostri diritti in queste situazioni.
  4. Prova dei capi: una questione di cortesia. La prova degli indumenti non è un obbligo per il negoziante, ma una possibilità spesso concessa per cortesia. Se vi viene negata la prova di un capo, valutate attentamente l'acquisto. In caso di dubbi, chiedete informazioni dettagliate sulla policy adottata dal negoziante.
  5. I pagamenti elettronici sono un diritto del consumatore. I negozi sono tenuti ad accettare pagamenti con carte di credito senza costi aggiuntivi. Questo è un vostro diritto, quindi non esitate a utilizzare il metodo di pagamento che preferite.
  6. Trasparenza nei prezzi. I negozianti hanno l'obbligo di indicare chiaramente il prezzo originale, lo sconto applicato e il prezzo finale. Controllate il prezzo di partenza in caso di dubbi sullo sconto applicato, facendo attenzione al cartellino con l'adesivo posizionato sopra. Questa trasparenza vi permette di valutare effettivamente la convenienza dell'acquisto. Fate attenzione a queste indicazioni per evitare spiacevoli sorprese alla cassa.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo