logo san paolo
lunedì 25 ottobre 2021
 
 

L'Europa che agli inglesi non piace

30/12/2012  Il premier Cameron, in crisi di consenso, punta sugli euroscettici. Ma l'Unione Europea potrebbe reagire male. Il discorso del 15 gennaio.

Il premier inglese Cameron con la regina Elisabetta (Reuters).
Il premier inglese Cameron con la regina Elisabetta (Reuters).

Come una fidanzata della quale non si può fare a meno, indispensabile, attraente, e insieme ingombrante e pericolosa, l’Europa torna a minacciare la politica britannica. Attesissimo è il discorso di David Cameron del prossimo 15 gennaio nel quale il Primo Ministro illustrerà i termini del referendum sulla presenza della Gran Bretagna in Europa che promette da sempre.


Per l’erede di Eward Heath, che portò il Regno Unito nella Comunità Economica Europea quarant’anni fa, l’Unione è una femmina fatale. Se le dice ancora una volta sì, rifiutando le richieste degli euroscettici nel proprio partito che vogliono che nel referendum gli inglesi possano dire un no chiaro a Bruxelles, Cameron perderà altri voti a vantaggio della formazione di destra Ukip, il Partito per l’indipendenza del Regno Unito, nato proprio con l’obbiettivo di portare fuori dall’Unione la Gran Bretagna. Per il partito conservatore, che, oggi, nei sondaggi, arranca con dieci punti di percentuale dietro i laburisti, sarebbe un brutto colpo.

Cameron potrebbe, come sembra intenzionato  fare, limitarsi a tenere buona la fidanzata europea, recuperando alcuni poteri che in questo momento toccano all’Unione. Ovvero il referendum sull’Europa chiederebbe ai cittadini se vogliono una alleanza meno forte con Bruxelles. Il Primo Ministro scontenterebbe, in questo modo, il suo alleato chiave a Downing Street, quel Nick Clegg, europeista convinto, del quale ha bisogno per continuare a governare. E comunque la fidanzata Europa non manderà giù facilmente l’amaro boccone di una serie di favori ridotti.

Gli alleati Ue hanno espresso preoccupazione nei confronti della possibilità di una rinegoziazione dei termini di adesione della Gran Bretagna all’Europa. Il presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy ha detto che, se ogni Stato membro, potesse scegliere a piacere le parti del Trattato Europeo che preferisce, l’Unione e il mercato unico collasserebbero in fretta. Il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha avvertito Londra che, senza l’Europa, la sua influenza nel mondo sarebbe ridotta.

L’impossibile posizione di Cameron riflette il tormentato rapporto degli inglesi con l’Europa, con la quale vogliono una unione commerciale che non intacchi la sovranità politica. Una scommessa difficilissima che rischia di mandare in pensione qualsiasi Primo Ministro la affronti. Mentre un sondaggio del quotidiano Guardian rivela che il 51% dei cittadini vuole uscire dalla Unione Europea non si capisce come Cameron potrà accontentare allo stesso tempo l'Europa e tutti coloro che, in patria, gli chiedono di lasciare o mantenere quella ingombrante alleata.

I vostri commenti
3
scrivi

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%