Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 21 aprile 2024
 
NATALE 2022
 

Caro Babbo Natale: l'ufficio postale dove arrivano le letterine

16/12/2022  L'Ufficio postale di Babbo Natale a Rovaniemi, in Finlandia, in collaborazione con il servizio postale finlandese Posti ha esaminato centinaia di lettere recapitate a Babbo Natale da bambini e adulti di tutto il mondo. Dai dati raccolti emerge che i più grandi desideri per il prossimo Natale sono la famiglia, la salute e la felicità e non giochi elettronici e giocattoli.

Ogni anno, l'Ufficio postale di Babbo Natale riceve oltre mezzo milione di lettere. Situato nel Circolo Polare Artico a Rovaniemi, la città di origine di Babbo Natale secondo la tradizione, questo è l'Ufficio postale più a nord della Finlandia. Nelle settimane che precedono il Natale, l'Ufficio postale riceve fino a 30 mila lettere al giorno. Nel corso degli anni, Babbo Natale ha ricevuto più di 20 milioni di lettere da 200 Paesi.

 

Giovani e adulti, per lo più di età compresa tra gli 8 e i 25 anni, riversano i loro desideri nelle lettere scritte a Babbo Natale, per chiedere i regali più disparati, dai giocattoli di tendenza alla pace nel mondo. I dati raccolti dalle lettere recapitate nel 2022 hanno individuato tre temi principali: salute, famiglia e unione.

 

«Le lettere ricevute rivelano la realtà emotiva che si vive nel mondo di oggi e dimostrano che le persone care e le piccole cose, come passare tempo insieme, sono quelle che contano di più», ha commentato Jenni Ihatsu, direttore marketing di Posti, la società delle poste finlandesi. «In un'epoca storica segnata da una pandemia, da uno stato di malessere civile e dal cambiamento climatico, è importante sottolineare l'importanza di questi temi e ricordarci che ovunque viviamo, le emozioni e i desideri delle persone sono molto simili».

L'Ufficio postale riceve lettere per Babbo Natale e i suoi elfi tutto l'anno. Chi ama immergersi nello spirito natalizio può visitare direttamente l'Ufficio postale, incontrare gli elfi e persino scrivere lettere da lasciare sul posto.

«Leggere le lettere a Babbo Natale è una delle parti più belle del nostro lavoro. Ci piace portare gioia in tutto il mondo ed è affascinante leggere i desideri delle persone», commenta Katja Tervonen, capo degli elfi presso l'Ufficio postale di Babbo Natale. «Negli ultimi anni, le lettere sono diventate meno materialistiche e più orientate alla famiglia, all'unione e alla felicità. E questa è la vera essenza del Natale».

I temi più comuni che si ritrovano nelle lettere di Natale inviate a Babbo Natale sono nell'ordine la famiglia, la salute, l'unione. E poi ci sono letterine che dicono "credo in Babbo Natale" "Babbo Natale esiste?" "Rispondimi per favore"

Nelle loro lettere le persone non chiedono solo regali materiali, ma mostrano anche affetto per Babbo Natale, inviando i migliori auguri a lui e alle sue renne, raccomandandogli di riposare a sufficienza e promettendo biscotti e carote al suo arrivo alla Vigilia di Natale. 

I più desiderosi possono persino ricevere una lettera di risposta da Babbo Natale, a patto di includere il proprio indirizzo nella lettera. L'Ufficio postale di Babbo Natale invia circa 10.000 risposte ogni anno.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo