logo san paolo
domenica 29 maggio 2022
 
 

Un gran successo... disperatamente

15/10/2011  Arrivata in Tv per caso, l'architetto Paola Marella spopola con i programmi "Vendo casa..." e "Cerco casa...". Case per sognare e case per abitare che sfidano senza paura i grandi Tg.

La crisi di ascolti che ha colpito la Tv generalista, con l’avvento del digitale, è anche un po’ colpa delle Tv monotematiche che stanno raccogliendo consensi di pubblico inaspettati. Queste nuove realtà che si occupano di moda, case e cucina esprimono la protesta dei telespettatori stanchi di  volgarità, parolacce, politica e di drammi spettacolarizzati perché si può fare audience anche con la quotidianità.

     Così sono nati i neo-divi di tutti i giorni. Fa parte dell’altra tv anche Real Time, diventato l’ottavo canale nazionale con tre milioni di contatti al giorno. Tra i programmi che hanno contribuito a far conoscere una delle reti di Discovery è senza dubbio  Cerco casa… disperatamente e Vendo casa... disperatamente, in onda tutte le sere alle 20.10 sfidando senza paura i telegiornali. Elegante, brillante e piacevole Paola Marella, architetto ed agente immobiliare, si è scoperta anche un’ottima conduttrice.

- Come ha iniziato l’avventura televisiva?

     "Per un puro caso. Fino al 2005, e per 24 anni, mi sono occupata prevalentemente di frazionamenti nei cantieri ma, complice la crisi che si stava già manifestando nel nostro Paese, il lavoro era diminuito sensibilmente, così ho cominciato a guardarmi in giro. Proprio in quel periodo, una mia amica che lavora in Endemol mi disse che stavano facendo dei provini per una nuova trasmissione. Ed eccomi qua. Prima è nato Cerco casa… disperatamente, successivamente Vendo casa… disperatamente. Siamo cresciuti poco alla volta, quasi senza accorgercene".

- Il format è americano ?                                                                                          

     "Al limite viene dall'Inghilterra, dove questi programmi funzionano molto bene, ma l’idea e stata una rielaborazione di Endemol.  Mentre per Vendo…  il format è solo di Endemol".

- Sono molte le persone che rivolgono a voi?

     "La redazione del programma è stata talmente subissata da richieste che abbiamo dovuto chiudere il modulo di partecipazione su Real Time".

- Al giorno d’oggi è più difficile vendere o comprare?

     "Entrambe le cose. Il momento economico che stiamo vivendo certo non aiuta il mercato immobiliare.

- Com’è il vostro pubblico ?

     "Decisamente eterogeneo. Partiamo dai ragazzini per arrivare alle donne ma raccogliamo consensi anche tra i mariti. Insomma il nostro è un pubblico trasversale". 

- Luciana Littizzetto non è stata molto carina con lei. L’ha definita una via di mezzo tra Crudelia Demon e Cristiano Malgioglio, forse per il colore dei capelli?

    "Ho trovato la Littizzetto molto simpatica e ironica e poi, se parla di me, significa che mi guarda!".

- Le vostre case non sono per  tutti…
                                                                                                                                      "Le nostre case fanno sognare ed è quello che abbiamo voglia di fare la sera quando torniamo a casa dopo una giornata di lavoro.  Nella nuova edizione portiamo poi i nostri telespettatori fuori dai confini italiani. Andremo a Parigi, a Ibiza …. Vendo casa… disperatamente , invece, si occupa di soluzioni molto più alla portata di tutti". 

- Con la Tv è cambiata la sua vita?
                                                                                                       
    "Assolutamente sì, ho iniziato quasi per gioco e mi sono ritrovata a dover riorganizzare la mia vita".

- Qualche aneddoto?
                                                    
     "Capita di incontrare persone che ti chiedono cos’è un muro portante o una tramezza ma anche signore che fanno la corte ai nostri architetti che, come avete visto, sono bravi ma anche affascinanti. Sono Raffaele Brauzzi e lo spagnolo Miguel e ne sta per arrivare un altro altrettanto carino".                           

- Qual’è, secondo te, il segreto di Real Time?                                             
                                                                  
     "Aver scelto programmi semplici, molto facili, intelligenti ma che  non impegnano  intellettualmente. Noi facciamo factual entertainment, ovvero intrattenimento concreto.

- È una trasmissione low cost?
                                                                                                                                      "viene realizzata con pochissimo! Ma il gruppo di lavoro è talmente straordinario che è comunque curata in ogni dettaglio".

-Sarà questa la Tv del futuro?
                                        
     "Questo non posso dirlo. Secondo me, però,  il fenomeno Real Time prenderà sempre più piede. Pensa che anche Aldo Grasso si è scomodato e ci ha dedicato tre articoli in breve tempo".

- Lei cosa guarda?  
                                                                                                                                     "Il mio programma, naturalmente! E poi Enrico Mentana e Antonello Piroso. Sarebbe un grande onore, per me,  poter andare a presentare il mio libro in una sua trasmissione di Piroso".

-Quale libro?

      "Il mio primo libro che uscirà il prossimo novembre. Sarà una sorta di manuale con molte immagini e consigli su come ristrutturare una casa con le soluzioni più belle e convenienti.

-La sua casa ideale? 

      "Al mare, magari in una cittadina della Costa Azzurra! Mi piace il sole e adoro le località con tanta  luce". 

– E dove vive?

      "A Milano!".   

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo