logo san paolo
giovedì 23 settembre 2021
 
eventi
 

Cassiodoro, un pensatore del VI secolo valido ancora oggi per capire il nostro tempo

12/10/2020  Nella basilica di Santa Maria in Trastevere la cerimonia di assegnazione dell'XI edizione del Premio Cassiodoro, che ha visto premiati il cardinale Gianfranco Ravasi, la leader dei Focolari Maria Voce, il superiore generale dei Paolini Valdir José de Castro, il medico e scrittore Cesare Catananti e il rettore della Sapienza Eugenio Gaudio

La consegna del premio a don Valdir José de Castro, superiore dei Paolini.
La consegna del premio a don Valdir José de Castro, superiore dei Paolini.

Sotto le volte della basilica romana di Santa Maria in Trastevere si è svolta - pur con ristrettezze di pubblico nel rispetto delle norme anti Covid -  la cerimonia di assegnazione del Premio Cassiodoro, il grande pensatore, monaco e diplomatico del VI secolo, di cui è in corso il processo di beatificazione, organizzato dall'omonima associazione.  «Nei primi dieci anni - spiega don Antonio Tarzia, fondatore dell'Associazione Cassiodoro e ideatore del Premio -  abbiamo celebrato il premio “Cassiodoro il Grande” con una festa, anche liturgica, e con un incontro popolare cultural religioso nei suoi luoghi calabri, come i ruderi dell’antica Scolacium, il sagrato del Duomo, il Castello prima svevo e poi dei Borgia. Quest’anno, avendo l’arcivescovo Vincenzo Bertolone aperta la causa di beatificazione del grande pensatore, siamo venuti a Roma, nella basilica di Santa Maria in Trastevere. Nella capitale aveva un palazzo, era senatore e molto amico di vari pontefici».

La cerimonia di consegna dei cinque riconoscimenti è stata preceduta da un dibattito sull'opera (3.500 pagine in sei volumi)  che monsignor Antonio Cantisani, vescovo emerito di Catanzaro Squillace, ha dedicato alla traduzione dei salmi del pensatore, futuro monaco fondatore del Vivarium, nei pressi di Squillace, in Calabria. Ne hanno parlato il cardinale Ravasi, lo stesso monsignor Cantisani e lo storico Andrea Riccardi, moderati dal presidente della Sant'Egidio, che faceva un po' gli onori di casa, Marco Impagliazzo.

Quest'anno i premi sono andati al cardinale Gianfranco Ravasi, che ha tenuto una relazione su Cassiodoro "cantore dei Salmi", alla leader del movimento dei Focolari Maria Voce, al superiore generale della Congregazione San Paolo Valdir José De Castro, al rettore della Sapienza Eugenio Gaudio e all'ex direttore dell'Ospedale Gemelli Cesare Catananti. «Nell’imponente bibliografia di Cassiodoro, senatore, intellettuale e, infine, anche monaco, si allarga l’orizzonte particolare da lui riservato alla voce dei Salmisti biblici, una voce che continua a risuonare quasi da due millenni, non solo nella Sinagoga ma anche nella Chiesa», ha spiegato tra l'altro il cardinale Ravasi (la sua relazione è stata pubblicata sul numero 41 di Famiglia Cristiana). Tra gli ospiti il cardinale Edoardo menichelli, mondignor Francesco Milito, vescovo di Oppido-Palmi, il presidente della Provincia di Cosenza Franco Iacucci, il responsabile della polizia italiana in Vaticano Luigi Carnevale, il condirettore di Famiglia Cristiana Luciano Regolo e il presidente dei Circoli calabresi in Italia Salvatore Tolomeo.

 

Il cardinale Gianfranco Ravasi riceve il riconoscimento.
Il cardinale Gianfranco Ravasi riceve il riconoscimento.

Ma quali sono le finalità dell’Associazione Cassiodoro? «Nel nostro Statuto, subito dopo la non finalità di lucro, c’è l’impegno di promuovere la conoscenza e la spiritualità di questo letterato, politico, ambasciatore dei papi e fondatore di monasteri. Un grande risultato, dopo 25 anni di attività, è stata la risposta della Chiesa, che a gennaio 2020 ha aperto la causa di beatificazione. Per anni lo abbiamo portato nelle scuole, con mostre e conferenze ed edizioni scolastiche delle sue opere. In 22 anni abbiamo regalato nelle carceri del Sud Italia, con i vescovi locali, cinquemila Bibbie nel nome di Cassiodoro. Oggi stiamo presentando la sua monumentale opera Commento al Salterio, per la prima volta tradotta in italiano da monsignor Antonio Cantisani. Infine stiamo organizzando un congresso a Ravenna, dove Cassiodoro è vissuto per ben 42 anni alla corte di quattro re goti e di una regina d’Italia, Amalasunta». Conclude don Tarzia: «Sono tanti gli studiosi, da Franco Cardini al cardinale Gianfranco Ravasi, da Roberto Osculati a Giorgio Montecchi, da Raimon Panikkar a Benedetto XVI, che scrivendo di Cassiodoro notano questa sua profetica attualità. Si è dimostrato sempre un uomo forte e onesto, con un fede capace di farsi ponte per le generazioni future, tessendo culture diverse, la greco-romana e quella medioevale».

Cesare Catananti, medico e scrittore.
Cesare Catananti, medico e scrittore.

Lo storico Andrea Riccardi.
Lo storico Andrea Riccardi.

Per lo storico Riccardi «Cassiodoro è un laico che fonda monasteri e fa rinascere la vita religiosa in un tempo difficile: alla fine di un mondo, quello romano, e all’alba di una nuova epoca, quella dei Goti. In questo periodo complesso, Cassiodoro crede che il Cristianesimo possa giocare un ruolo importante nell’incontro fra le due civiltà e si adopera a costruire ponti e non muri. Questo messaggio è fondamentale per la costruzione di ogni società anche oggi nel mondo globale.

Cassiodoro ha creduto che il cristianesimo dovesse diventare cultura e ha contribuito con lo studio dei padri della Chiesa e dei grandi autori della civiltà romana alla nascita di una nuova stagione culturale e cristiana. In particolare, attraverso il concetto di civilitas indica tanto il «rispetto delle leggi e dei princìpi della Romanità» quanto la «convivenza sociale, giuridica ed economica di Romani e stranieri fondata sulle leggi».

Appuntamento al prossimo anno a Ravenna, ha annunciato don Tarzia, salutando gli ospiti. A Ravenna Cassiodoro - che ha sempre unito una dimensione internazionale (è da considerarsi uno dei padri dell'Europa) alle sue radici calabresi, visse a lungo nella città allora ostrogota alla corte di Teodorico, di cui fu lungimirante e ascoltato consigliere.

Don Antonio Tarzia con Maria Voce.
Don Antonio Tarzia con Maria Voce.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%