logo san paolo
sabato 22 gennaio 2022
 
 

Che fede si richiede per un matrimonio cristiano?

25/10/2017 

LIDIA - Quale fede si richiede per la validità di un matrimonio cristiano?

Per un matrimonio valido tra cristiani si richiede un amore vero e una fede viva. Ma non esiste il termometro che ne misuri la verità. Il sacerdote che interroga i nubendi sta a quello che dicono, anche quando ha la sensazione che considerino la celebrazione in chiesa una cerimonia o un atto di devozione e non un sacramento. Da ormai 50 anni nella Chiesa italiana si discute questo problema e si continua a essere divisi tra chi sostiene che non bisogna spegnere il lucignolo fumigante e chi è allineato con i viceparroci di Parigi che negli anni ’70 chiedevano di mettere per iscritto cosa intendevano per sposarsi in chiesa e perché lo chiedevano. La Cei nel 1975 aveva distinto tra matrimonio valido e matrimonio fruttuoso. E la Familiaris consortio nel 1981 sembrava aver messo fine alla disputa dicendo che a chi chiedeva di sposarsi in chiesa e prometteva un amore fedele indissolubile non venisse negato il sacramento perché questa promessa non poteva avvenire senza la grazia di Dio.

Catechismo della Chiesa cattolica. Edizione speciale con nuovi commenti

I vostri commenti
3

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo