Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 21 luglio 2024
 
Sanremo 2024
 

Chi è Daniela Maggio, la mamma coraggio di Giògiò all'Ariston sul palco di Sanremo

06/02/2024  Da quando suo figlio Giovanbattista Cutolo è stato ucciso dopo un banale diverbio in strada con tre colpi di pistola non ha mai smesso di chiedere una pena esemplare per il minorenne omicida e di portare l'attenzione sulla condizione di degrado e criminalità di Napoli. Durante il Festival si ritroverà nello stesso palco dove il figlio, brillante musicista, aveva suonato nell'orchestra di Sanremo

Daniela Maggio si ritrova stasera in quel palco dell’Ariston dove suo figlio era stato chiamato a suonare nell’orchestra della Rai. Ma suo figlio, Giovanbattista Cutolo detto Giògiò, non c’è più, ucciso a soli 24 anni il 31 agosto scorso da un sedicenne con tre colpi di pistola dopo una banale lite in strada. Due giovani dello stesso quartiere di Napoli, con due scelte di vita diverse, un destino a cui è difficile sfuggire, quello della violenza, esercitata o subita. Da quel momento la madre di Giovambattista non ha mai smesso di chiedere a gran voce una condanna esemplare per quello che davanti alla legge è un minore e in quanto tale potrebbe godere della riduzione pena anche a fronte di un omicidio del tutto gratuito e senza attenuanti. «Un minorenne che spara a sangue freddo, da killer, va giudicato come un adulto» ha spiegato la donna «Non chiamatelo ragazzino, fatelo per rispetto nei miei confronti. Ragazzino è quello che va in bici al parco, non chi spara contro mio figlio un terzo colpo in pieno pett, come fanno i sicari. Serve una riforma importante della giustizia, per abbassare l’età punibile. Deve essere processato come un adulto, il suo è stato un crimine efferato che va pagato senza nessuno sconto di pena. Come non ci sono sconti per il mio ergastolo».
Daniela Maggio, 54 anni, laureata e con due master, lavora come logopedista e counselor nel capoluogo campano. È sposata con il regista teatrale Franco Cutolo, con il quale ha avuto anche una figlia, Ludovica. Giovanbattista Cutolo suonava il corno e il pianoforte e faceva parte della Nuova Orchestra Scarlatti. Frequentava l’ultimo anno di Conservatorio ed era prossimo al conseguimento del diploma in corno. Ai funerali di Giogiò il suo maestro, Angelo Agostini, ha eseguito il largo dal concerto di Vivaldi per due corni in fa maggiore. «A Giovanbattista bastava leggere un brano un paio di volte per ripeterlo a mente» ha dichiarato il suo maestro «grazie a due doti: la memoria visiva e l’orecchio assoluto».

La famiglia Cutolo con il ministro Piantedosi durante la cerimonia per il conferimento della medaglia al valore dì'oro al valor civile alla memoria di Giovanbattista
La famiglia Cutolo con il ministro Piantedosi durante la cerimonia per il conferimento della medaglia al valore dì'oro al valor civile alla memoria di Giovanbattista

Il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli ha dedicato una delle sue storiche aule a Giovanbattista  Cutolo. 
L'omicidio ebbe grande risalto presso l'opinione pubblica, tanto che già il giorno dopo il delitto, il 1º settembre 2023, presso Piazza Bellini ci fu una partecipata manifestazione per ricordare il giovane musicista. Il 1º dicembre 2023, il Ministro dell'interno Matteo Piantedosi, conferì ai genitori di Giovanbattista Cutolo la Medaglia d'Oro al Valor Civile alla memoria con questa motivazione: “Interveniva durante un violento litigio per proteggere un amico aggredito da un gruppo di malviventi, i quali, per ritorsione, lo colpivano con tre colpi di arma da fuoco, uno dei quali aveva esito mortale. Mirabile esempio di coraggio, altruismo e virtù civiche”. In occasione della cerimonia la mammaha detto “Vorrei che Giovanbattista Cutolo venisse ricordato al fianco di Salvo D’Acquisto, perché è l’eroe del nuovo millennio”. Questo invece le parole del ministro Piantedosi: «Questa vicenda sollecita tutti noi a una riflessione, mi ha segnato particolarmente, perché Giògiò si è trovato in questa tragica situazione per lo slancio di difendere un amico. Questo lo rende un caso veramente unico. Da ciò che è successo quella notte, il messaggio che arriva a tanti ragazzi è che la parte sana di questa città non si deve girare dall’altra parte».
 

Multimedia
Sanremo 2024, Fiorella Mannoia scalda i cuori dei centri antiviolenza con Mariposa
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo