logo san paolo
mercoledì 07 dicembre 2022
 
 

Chi lavora nel 2012

31/01/2012  Professioni emergenti e specializzati, ecco le figure richieste dal mercato del lavoro

La disoccupazione ha raggiunto livelli più che preoccupanti e il mercato del lavoro non sembra promettere molte opportunità nei prossimi mesi. Nonostante ciò, esistono figure professionali richieste, soprattutto nuove professioni e specializzati. Analizzando i settori finanziario, assicurativo, tecnologico e dei nuovi media, Page Personnel ha tracciato una mappa di quali sono le professioni più richieste al momento e quali avranno maggiori opportunità di occupazione nel corso dell’anno.


Finanza: tra i profili più nuovi e ricercati c’è il “forensic consultant”. Si tratta di un professionista che si occupa di effettuare indagini e ricostruzioni di natura contabile e finanziaria per identificare frodi, fatti illeciti di eventuali dissesti aziendali; individuare le potenziali aree a rischio di frode e implementare sistemi di controllo preventivo; fornire assistenza/consulenza di natura contabile/finanziaria nell'ambito di procedimenti civili e penali; determinare il danno economico subito in seguito all'inadempienza di una controparte o in seguito ad attività di concorrenza sleale. Per svolgere questo ruolo è richiesta una laurea in Economia, Giurisprudenza o Ingegneria Gestionale e un’esperienza di lavoro nell’ambito di società di consulenza come internal audit o revisore contabile. Per il 2012, inoltre, avranno ottime prospettive occupazionali i controller e i contabili, che sono figure classiche del settore. Oltre alla laurea in Economia è richiesta una buona conoscenza dell’inglese e un continuo aggiornamento. In aumento anche le ricerche di contabili generale: le aziende ricercano profili completi in modo da accorpare in un unico professionista le attività del contabile fornitori, clienti, fiscale e così via. Le competenze del contabile generale sono, infatti, molto ampie e prevedono la gestione dell’intero ciclo contabile: dalle registrazioni, al controllo delle entrate e delle uscite, alla liquidazione dell’Iva e le scritture di bilancio. 

New Media: per le aziende è diventato molto importante utilizzare i social media, dialogare e condividere informazioni con i propri clienti. Questo comporta infatti una maggiore trasparenza nei confronti dei clienti/utenti, utile per ampliare il proprio mercato di riferimento. In questo nuovo contesto, una delle figure più richieste è il community manager. Si tratta di un professionista che si occupa in particolare di moderare e tenere attive le web community con conversazioni sulle aziende e sulle loro offerte, attraverso l’introduzione di argomenti che portino a nuove discussioni. Le richieste del mercato per questo tipo di figura sono in forte crescita, anche per il trend positivo del settore e-commerce, trainato del boom dei Gruppi d'acquisto (Groupalia, Groupon, Letsbonus, ecc.). Il community manager oltre alle competenze nel marketing deve possedere conoscenze di tipo informatico per la gestione di un sito web, forum, blog e relative applicazioni progettate per i social media. Per svolgere questa professione è preferibile aver conseguito la laurea in Comunicazione o Marketing ed è richiesta un’ottima conoscenza dell’inglese.


Tecnologie informatiche. Stanno aumentando gli utenti con smartphone e tablet pc. Per questo si prevede un significativo incremento di posti di lavoro nel settore dello sviluppo di software per cellulari. Tra i profili più richiesti in ambito IT, infatti, ci sono gli sviluppatori di applicazioni mobile. Per svolgere questa professione è preferibile avere una laurea triennale in Ingegneria o un diploma come perito informatico, competenze nell’ambito del web design e conoscenze dei più comuni linguaggi informatici. 

Banche e assicurazioni. Dopo la crisi, le normative si sono evolute per andare incontro ai rischi finanziari emergenti, pertanto gli istituti di credito devono presentare opportuna documentazione in relazione alle transazioni effettuate e rafforzare la capacità di governo e gestione delle organizzazioni. Di queste attività di rendicontazione si occupa il “Compliance Officer”. Per svolgere questa professione è preferibile aver conseguito la laurea in Economia e Commercio.


Tecnici e ingegneri. In quest’area i profili professionali che hanno le migliori prospettive per il 2012 sono i tecnici trasferisti, i buyer tecnici e i process engineer. Il tecnico trasfertista è la figura più ricercata nell’ambito dell’automazione industriale. Si tratta di un profilo che si occupa dell’istallazione e della manutenzione delle macchine automatiche, sia per la parte elettrica che per quella meccanica. I buyer tecnici invece si occupano di seguire il processo di acquisto dalla negoziazione del livello di prezzo e dei termini contrattuali fino all'emissione del relativo ordine di acquisto. Il process engineer, infine, collabora con l'ufficio tecnico per lo sviluppo di nuovi prodotti e processi produttivi, segue la manutenzione degli impianti e gestisce i progetti d'investimento e le attività di miglioramento delle tecniche di produzione. 

Energie rinnovabili. Per quanto riguarda ingegneri elettrici e elettronici la situazione è un po’ diversa. La frenata agli incentivi al fotovoltaico, che è stata attuata a febbraio 2011, ha influito in modo significativo sul mercato delle energie rinnovabili.  Da una parte, la crescita progressiva del settore fotovoltaico ha subito un lieve rallentamento, dall’altra le aziende hanno bisogno di profili specializzati in manutenzione e gestione degli impianti già esistenti. Allo stesso tempo si sono aperte nuove opportunità nella produzione di energia da fonti rinnovabili, in particolare si stanno moltiplicando le richieste nell’ambito dei biogas e della cogenerazione. 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo