logo san paolo
lunedì 26 ottobre 2020
 
dossier
 

«Don Luigi Ciotti come padre Puglisi»

31/08/2014  Le minacce di Totò Riina contro il presidente di Libera, definito «una stampa di don Pino Puglisi» e sul quale dice: «Putissimo pure ammazzarlo». Dal carcere il boss indignato si scaglia contro la Chiesa che lavora sul territorio

A dargli la notizia è stato Salvo Palazzolo, cronista di giudiziaria di Repubblica. Spulciando le carte depositate dai magistrati in settimana sulle intercettazioni nel carcere di Opera, il giornalista palermitano legge di quelle minacce di Riina a don Luigi Ciotti e lo chiama. «Lui non ne sapeva niente», dice Palazzolo. Il boss è arrabbiato con quella Chiesa che, alla vigilia del ventesimo anniversario dell'uccisione di don Pino Puglisi, vuole rilanciare il messaggio del sacerdote ucciso dalla mafia. Riina parla con il suo compagno d'aria, il boss pugliese Alberto Lorusso. Minaccia il giudice Di Matteo, come viene subito svelato. Ma minaccia anche il fondatore di Libera.  «Ciotti, Ciotti, putissimu pure ammazzarlo», dice nel suo sfogo. Al centro del suo odio innanzitutto don Puglisi, che voleva «comandare il quartiere. Ma tu fatti il parrino (sacerdote, ndr), pensa alle messe, lasciali stare... il territorio... il campo... la Chiesa... lo vedete cosa voleva fare». E poi se la prende con don Ciotti, «questo prete è una stampa e una figura che somiglia a padre Puglisi».
A Riina non va giù l'impegno di don Ciotti e di Libera. «Sono sempre agitato perché con questi sequestri di beni...», dice il boss di Cosa nostra. Confermando quanto sia fondamentale per combattere le mafie la battaglia di Libera per il sequestro e la gestione dei beni confiscati alla criminalità».

I vostri commenti
4
scrivi

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%
    PAROLA E PREGHIERA
    € 33,60 € 33,50
    VITA PASTORALE
    € 29,00
    GAZZETTA D'ALBA
    € 62,40 € 0,00 - 14%