Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 20 aprile 2024
 
L'arte di narrare
 

«Come invento nuove fiabe per la mia bimba lettrice?»

03/01/2024  «Mia figlia che a 7 anni legge tantissimo. Sono contento, ma capita anche questo: lei mi chiede di inventarle una storia e io ho esaurito le poche che ricordavo. Ho tentato di proporle il contrario, cioè di idearne una lei, che io ascolterei volentieri, ma non ci sta. Non so che pesci pigliare!» Leggi la risposta di Renata Maderna

Vedo che consigliate sempre libri per bambini e talvolta ho scelto, grazie ai vostri suggerimenti, un libro da proporre a mia figlia che a 7 anni legge tantissimo.

Lei si fida molto dei consigli delle sue maestre e, per fortuna, prende in prestito molti volumi dalla biblioteca della scuola. La difficoltà tuttavia è un’altra: lei mi chiede sempre di inventarle una storia e io, dopo aver esaurito le poche che ricordavo, non so che pesci pigliare.

Ho tentato di proporle il contrario, cioè di idearne una lei, che io ascolterei volentieri, ma non ci sta…

Domenico 

 

Risposta di Renata Maderna

Caro Domenico, mi pare di indovinare che tu, a differenza di tua figlia, non sia stato un grande lettore e che ti manchi il serbatoio a cui attingere per creare una storia. Ma ti invito a non fare l’errore di farti intimorire da un obiettivo troppo importante, immaginando una storia con una trama precisa e uno svolgimento meditato e coerente. Non è necessario che tu sappia già dove andrai a parare.

Il primo passo può consistere nello scegliere un protagonista, che potrebbe essere persino la sedia che vedi nella cameretta dove vi trovate per il momento della buona notte, o semplicemente un luogo dove si svolgerà l’avventura: la foglia di una piantina o la pallina di neve che tiene sullo scaffale? Oppure un momento della vita familiare o un episodio che è successo in casa o in vacanza in cui magari farà irruzione il suo personaggio di fantasia preferito? Sono pronta a scommettere che a poco a poco non resisterà alla tentazione di aggiungere dettagli in prima persona, da ricordare rigorosamente per procedere la sera seguente.

E, mi raccomando, non dimenticare di fare le voci e le facce, una coreografia ogni volta diversa seguendo l’atmosfera del momento, il bisogno di calmarsi o, al contrario, di fare una bella risata… Ti consiglio senza esitazione un manuale ricco di suggerimenti e riflessioni intitolato proprio Come raccontare le storie ai bambini (Il castoro) in cui Silke Rose West e Joseph Sarosy insegnano come costruire e inventare trame e avventure anche attraverso una serie di esercizi molto concreti. Ma vorrei proporti anche Leggere piano, forte, fortissimo (Mondadori) di Alice Bigli che, prima ancora di aiutarti a comprendere come tua figlia sia diventata una buona lettrice, ti farà venire il desiderio di recuperare tu stesso una passione, a cui ci si può avvicinare a tutte le età, a poco a poco, come ci si allena a correre.

Scopri il libro consigliato su SanPaoloStore.it

Come raccontare le storie ai bambini

La narrazione coltiva un legame ricco e significativo tra chi racconta e chi ascolta, creando intimità e fiducia tra adulti e bambini. Silke Rose West e Joseph Sarosy modellano gli ingredienti chiave della narrazione in un metodo sorprendentemente semplice che può trasformare chiunque in un narratore esperto.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo