Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 17 aprile 2024
 
Madre Teresa
 

Come vincere la tenebra spirituale con Madre Teresa

05/09/2018  “Madre Teresa. Una santa per gli atei e gli sposati” è il nuovo libro di padre Cantalamessa che raccoglie le meditazioni da lui tenute presso la Casa Pontificia nel 2003, in occasione della beatificazione di Madre Teresa di Calcutta

Un piccolo libro che sarà di grande consolazione per chi è in difficoltà. Così si propone questo testo nato come predicazione di Padre Cantalamessa alla Casa Pontificia nel 2003, quando papa Giovanni Paolo II era già molto malato. Un libro che si offre come un vero e proprio accompagnamento alla conoscenza del mistero della sofferenza spirituale che Madre Teresa visse lungo tutta la sua vita, e che è stato portato a conoscenza del grande pubblico negli ultimi anni. La santa di Calcutta visse, infatti, in prima persona l’esperienza della “notte dello spirito”, inserendosi così tra le grandi figure della mistica cristiana di ogni tempo. Molte persone, oggi, si trovano ad affrontare tempi di tenebra personale sia riguardo alla fede (atei), sia nel quotidiano relazionarsi a un compagno, a una compagna di vita (persone sposate in difficoltà): l’amore, insegna Madre Teresa nella sua esperienza della “notte spirituale”, è un percorso difficile, perché implica di doversi calare nell’esigente presenza/assenza di un Tu che non è “a nostra disposizione”. Attraverso riflessioni sulla fatica del credere da parte di Madre Teresa, padre Raniero Cantalamessa conduce il lettore a una profonda analisi della dedizione nella fatica, della resilienza nell’amore e, infine, della comprensione del mistero del credere contro ogni evidenza.

L'AUTORE

  

RANIERO CANTALAMESSA, francescano cappuccino, è nato a Colli del Tronto (AP) nel 1934. Ordinato sacerdote nel 1958, si è laureato in teologia a Friburgo (Svizzera) e in lettere classiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove è stato anche docente di Storia delle origini cristiane e direttore del Dipartimento di scienze religiose. Ha fatto parte della Commissione Teologica Internazionale dal 1975 al 1981. Nel 1979 ha lasciato l’insegnamento per dedicarsi a tempo pieno al ministero della Parola. Dal 1980 è predicatore della Casa Pontificia. Per molti anni ha condotto il programma «A Sua Immagine: le ragioni della speranza» su Rai Uno. Ha scritto diversi libri, tradotti in una ventina di lingue estere. Tra le sue ultime pubblicazioni per le Edizioni San Paolo: Il volto della misericordia (2015); Sulle spalle dei giganti (2015); Perché nulla vada perduto (2016).

Madre Teresa. Una santa per gli atei e gli sposati

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo