logo san paolo
martedì 18 gennaio 2022
 
Solidarietà
 

Concerto alla Scala a favore della Lega contro i tumori

26/06/2019  Schubert, Mozart e Prokof’ev per una serata di ottima musica i cui proventi sono destinati a sostenere le attività della Lilt per i malati di cancro e i loro familiari

Domenica 30 giugno alle ore 21.00 al Teatro alla Scala di Milano andrà in scena un concerto a favore della Lega italiana per la lotta contro i tumori - LILT Milano.

L’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala, diretta da Michele Mariotti con il solista Fabrizio Meloni clarinetto di bassetto, presenterà un programma di musica classica che annovera grandi musicisti:
•Franz Schubert, da Die Zauberharfe D 644, Ouverture;
•Wolfgang Amadeus Mozart, Concerto in la magg. K 622 per clarinetto e orchestra;
•Sergej Prokof’ev, Romeo e Giulietta, selezione dalle Suites n.1 op. 64 bis e n. 2 op. 64 ter.

La serata è dedicata al sostegno di un servizio che LILT offre quotidianamente ai malati di tumore soli o in difficoltà economiche e sociali: l’accompagnamento alle terapie chemio e radioterapiche. 10.000 viaggi per un totale di 340.000 km percorsi sono i numeri del 2018 di un’attività preziosa per la qualità della vita dei pazienti, gestita con l’aiuto dei volontari dell’associazione.

“La Ouverture dal “melodram” Die Zauberharfe D644 di Franz Schubert – spiega Franco Pulcini, direttore editoriale del Teatro alla Scala - è un brano poco conosciuto, che prevedeva la recita teatrale con accompagnamento musicale “L’arpa magica”, un testo cavalleresco andato in scena a Vienna nel 1820, ma poi dimenticato. Famoso è invece il Concerto in la magg. K622 per clarinetto e orchestra, una delle ultime pagine che Wolfang Amadeus Mozart portò a termine poche settimane prima di morire, nel dicembre del 1791. Già poco in salute, la sua sofferenza si riflette in questa pagina per altri verdi di straordinaria purezza classica. Romeo e Giulietta, portato in scena con musica di Sergej Prokof’ev nel 1935, è uno dei più acclamati balletti del secolo scorso. La prima esecuzione non ebbe luogo in Russia ma in Cecoslovacchia poiché in patria gli volevano censurare il finale, mutando la tragica morte dei più celebri innamorati della storia in un bel matrimonio per non turbare il popolo dell’Urss di Stalin. La musica è talmente spettacolare e caratteristica che la si esegue molto anche in concerto”.

Prevendita dei biglietti a 30 euro su TicketOne o nei punti vendita autorizzati dalla piattaforma di ticketing. Call center 892.101. 

Dal 14 giugno promozione speciale sugli ultimi posti disponibili in platea e nei palchi. Per info: legatumori.mi.it
 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo