Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 27 maggio 2024
 
I lettori ci scrivono
 

Condannata a essere single

05/03/2015  Una lettrice scrive a Famiglia Cristiana. E' senza un compagno e soffre per questa situazione di solitudine. "Mi sento una fallita, non trovo il senso del vivere". La risposta del direttore, don Antonio Sciortino.

Faccio parte della schiera delle single forzate; la mia non è stata una scelta, così è capitato. La sofferenza della solitudine, del vuoto di quando si torna a casa, senza un abbraccio, un sorriso... Lo sa bene chi vive da solo. Nessuno parla di noi, siamo una categoria a “parte”. La mia è una sofferenza morale, faccio fatica a reggerla. Mi sento una fallita, non trovo il senso del vivere. Nascondo le mie pene e affogo nel dolore. Il nodo che ho in gola è forte, fa male. Vado a dormire per non pensarci, ma piango tanto, non lo nascondo. Scusi il mio sfogo e grazie per avermi ascoltata.

UNA SINGLE

Sarei felice se il mio ricordo e le mie preghiere potessero lenire la tua sofferenza. Ma, al tempo stesso, vorrei dirti che piangersi addosso più del dovuto non fa bene. Si rischia un’involuzione pericolosa, che porta a isolarsi maggiormente e a non cogliere qualche spiraglio di luce che potrebbe pur esserci.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo