logo san paolo
venerdì 27 maggio 2022
 
 

Doppio attacco a Copenhagen

15/02/2015  Due attentati in poche ore: a un convegno sull'Islam e a una sinagoga. Ucciso il terrorista, autore, probabilmente, di entrambi gli attacchi.

Terrore a Copenaghen colpita da due attentati in poche ore. La polizia ha reso noto di aver ucciso un uomo che aveva sparato agli agenti vicino a una stazione ferroviaria nel quartiere di Noerrebro, nella notte scorsa.

E' presumibilmente l'autore dei due attacchi, il primo ieri contro una conferenza sull'Islam e il secondo nella notte davanti a una sinagoga. La sparatoria è avvenuta dopo che gli agenti avevano messo sotto osservazione un indirizzo vicino a una stazione ferroviaria. Dalle prime indagini condotte dalla polizia danese "nulla suggerisce che ci sia un altro attentatore", oltre a quello ucciso dagli agenti.

Nel primo attacco, in un locale che ospitava una conferenza sull'Islam e in ricordo della strage al Charlie Hebdo, è morto un uomo, un civile. Durante l'attaccato davanti alla sinagoga tre persone erano rimaste ferite, poi una di queste è deceduta: si tratta di un uomo che era stato colpito alla testa. Era un membro della comunità ebraica locale che svolgeva le funzioni di guardiano e proteggeva lo svolgimento di una cerimonia religiosa, assieme con agenti delle forze di sicurezza. "L'ingresso era presidiato e ciò ha impedito agli assalitori di entrare".

All'interno della sinagoga era celebrata la cerimonia di maggiore età di una ebrea dodicenne alla presenza di decine di invitati. Secondo i media israeliani, il guardiano ebreo avrebbe dunque impedito che nella sinagoga avesse luogo un attentato di più grave portata. Nello stesso attentato due poliziotti sono rimasti feriti alle braccia e alle gambe. ''Di nuovo gli ebrei vengono uccisi su suolo europeo solo perché sono ebrei. Questa ondata di attacchi terroristici continuerà'', ha detto il premier israeliano Benyamin Netanyahu. ''Israele - ha ribadito rivolgendosi agli ebrei d'Europa - è la vostra casa''.

E' stata dunque per Copenhagen una notte fra sirene della polizia e il rumore degli elicotteri in cielo: una gigantesca caccia all'uomo. Le forze di sicurezza avevano avvertito i residenti che non era sicuro rimanere nel centro della città. Gli Stati Uniti condannano il "deplorevole" attacco a Copenaghen. "Porgiamo le nostre condoglianze ai cari delle vittime e i nostri pensieri vanno ai feriti", si legge in un comunicato della Casa Bianca: "Siamo in stretto contatto con i nostri interlocutori danesi e siamo pronti a prestare ogni assistenza necessaria alle indagini".

Tag:
Multimedia
Copenaghen sotto assedio: le foto del doppio attentato
Correlati
I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo