logo san paolo
mercoledì 15 luglio 2020
 
la riflessione
 

«Il virus come una guerra? Sì, a patto di cambiare il cuore per il dopo»

23/04/2020  La riflessione dell’Ordinario Militare per l’Italia mons. Santo Marcianò: «Possiamo parlare di “dopoguerra”, come ha fatto con incoraggiante sapienza il presidente Mattarella ma solo se da questo periodo storico sappiamo trarre la lezione di quella rinascita che si fonda sul rispetto della dignità e dei diritti umani»

«Il riferimento alla guerra è spesso diventato un modo paradigmatico di descrivere la situazione provocata dalla pandemia da coronavirus». Così l’arcivescovo Ordinario militare per l’Italia, monsignor Santo Marcianò, in una dichiarazione rilasciata all’AdnKronos. Per il presule «da un lato l’uso di questo linguaggio è certamente comprensibile, dal momento che, in particolare nei due grandi conflitti mondiali, si può trovare una circostanza storica utile per descrivere e interpretare un evento dalle proporzioni inedite e preoccupanti, che non ha precedenti simili nella storia più recente. Per certi versi – aggiunge - quella che stiamo vivendo è, difatti, una sorta di guerra, nel senso che è “lotta” contro un “nemico” sconosciuto, violento ma – in questo caso – comune a tutta l’umanità».

Precisa Marcianò: «è una lotta che si combatte con le “armi” costruttive dello studio e della ricerca, dell’assistenza clinica e della sollecitudine politica, del controllo delle norme e del rispetto delle norme, dell’unità nella solidarietà e, per i credenti, nella preghiera». Poi la precisazione: «Ciò che appare inopportuno e deviante è che un linguaggio del genere sia usato con insistenza e con toni eccessivi, con esagerazione teatrale, con la superficialità di chi, magari fino al giorno prima, aveva ostentato un analogo estremismo di opposta matrice, ovvero in senso negazionista nei confronti dell’allarme circa il pericolo del contagio e la necessità di misure contenitive».

Per Marcianò «possiamo, dunque, anche parlare di guerra e, soprattutto in Italia, possiamo parlare di “dopoguerra”, come ha fatto con incoraggiante sapienza il Presidente Mattarella. Ma possiamo farlo se, da questo periodo storico, sappiamo trarre la lezione di quella rinascita che si fonda sul rispetto della dignità e dei diritti umani, su una politica onesta e attenta alle fasce più povere, malate e deboli della popolazione, sulla valorizzazione del nostro territorio, sul sostegno delle imprese, sulla creatività dell’arte e della cultura, sulla giustizia sociale e sul senso di fraternità».

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%