logo san paolo
mercoledì 08 luglio 2020
 
Fase due
 

Coronavirus, Lourdes riapre a metà. Ma per ora niente pellegrinaggi

14/05/2020  Da sabato 16 maggio ingressi solo pomeridiani, dalle 14 alle 18, con mascherina obbligatoria, per gruppi di dieci pellegrini diretti alla Grotta. Sarà possibile confessarsi ma niente celebrazioni con i fedeli. Le piscine restano chiuse

In Francia la fase due è iniziata lunedì scorso ma la prudenza è massima per evitare che i contagi tornino a salire. Uno dei segnali concreti di questa nuova fase è la riapertura, per adesso solo parziale, da sabato 16 maggio, del Santuario di Lourdes: «La riapertura è un grande segnale di speranza! Me ne rallegro molto e con l’occasione voglio lanciare quest’appello: aiutate il Santuario a risollevarsi!», ha dichiarato monsignor Olivier Ribadeau Dumas, rettore del santuario mariano pirenaico caro ai fedeli di ogni continente e dove gli italiani sono tra i più numerosi.

«Le innumerevoli testimonianze e intenzioni di preghiera che ci giungono confermano che il ruolo di questo Santuario è di essere nel cuore pulsante della preghiera per il mondo e con il mondo», ha aggiunto il rettore, rivelando anche che si prevedono, sul piano finanziario, perdite per 8 milioni di euro. Dall'inizio della crisi, infatti, «ogni giorno i pellegrinaggi organizzati annullano la partecipazione e il santuario prevede una stagione quasi a zero, senza la presenza dei pellegrini malati. Le risorse del santuario sono strettamente legate alla frequentazione dei pellegrini. Senza la loro presenza, senza le loro offerte sul posto, Lourdes non può vivere».

La “cittadella mariana” aveva chiuso i battenti il 17 marzo scorso a causa della pandemia di coronavirus. Si è trattato della chiusura più lunga della storia del Santuario che aveva chiuso per qualche giorno solo durante la Seconda Guerra Mondiale. La riapertura parziale prevede alcune restrizioni d’accesso come gli ingressi solo pomeridiani, dalle ore 14 alle 18, con mascherina obbligatoria, per gruppi di dieci pellegrini provenienti dalla regione pirenaica e diretti alla Grotta, dove la preghiera sarà continua, come peraltro è già accaduto in questi mesi off-limits per i fedeli. Nei due ingressi principali, si troverà il personale ospedaliero che accoglierà e informerà i pellegrini.

Nella Chiesa di Santa Bernadette, ci sarà anche la possibilità di confessarsi. Non sono invece ancora previste celebrazioni né pellegrinaggi organizzati e resteranno chiuse le piscine dove i malati vanno per immergersi aiutati dagli hospitaliers e dai volontari dell’Unitalsi, soddisfatta per questo piccolo ritorno alla normalità.

Il presidente nazionale Unitalsi: «Pellegrinaggi dalla prossima estate»

«È un piccolo ma importantissimo segno di vera speranza per tutti per i fedeli, per tutti nostri soci ammalati e volontari, per tutta la comunità ecclesiale», il commento del presidente nazionale dell'Unitalsi Antonio Diella, «la presenza dei primi pellegrini alla Grotta di Massabielle per pregare la Vergine Maria sarà un avvenimento emozionante che ci regalerà speranza per proseguire con fiducia questi tempi di particolare e complessa attesa prima di rivivere la gioia di recarci in pellegrinaggio a Lourdes. Noi siamo pronti e, in linea con le disposizioni di legge, programmeremo i primi pellegrinaggi a partire dalla prossima estate, ma sempre e solo in piena sicurezza e prudenza».

Sulla costiera atlantica francese, riaprono tante spiagge, ma solo per attività «dinamiche» (podismo, nuoto). Soprattutto in provincia, riaperture in corso pure per molti piccoli musei. «È troppo presto per cantare vittoria, ma la strada intrapresa è quella giusta», ha dichiarato mercoledì il presidente Emmanuel Macron, in Consiglio dei ministri. Tanti segnali però continuano a preoccupare in Francia, a cominciare dalla mortalità, salita in giornata a quota 27.074, con 83 nuovi decessi in 24 ore. A Parigi, teatro da giorni di picnic “selvaggi” sgombrati dalla polizia, il governo ha bocciato la domanda della sindaca Anne Hidalgo di riaprire i parchi.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%