logo san paolo
giovedì 02 dicembre 2021
 
 

Correva l'anno: Marconi e Fermi

26/07/2011  Le biografie dei due scienziati nel programma di Rai 3

Questo ciclo di "Correva l'anno", in onda su Rai 3 stasera alle 23.55 si chiude con le biografie parallele di due grandi scienziati italiani, due Premi Nobel per la fisica: Guglielmo Marconi ed Enrico Fermi. Vissuto a cavallo dei due secoli Marconi è l’uomo del telegrafo senza fili e delle onde radio. Conduce i suoi primi esperimenti, giovanissimo,  nella mansarda di casa, a pochi chilometri da Bologna, ma presto, grazie alla madre irlandese, si trasferisce in Inghilterra, dove diventa ricco e famoso. Ha  solo 35 anni quando, nel 1909, arriva il riconoscimento più prestigioso: il Nobel per la fisica. È la prima volta per un italiano. Pur vivendo la maggior parte del tempo all’estero Marconi non dimentica il suo Paese, dove torna per stupire con i suoi incredibili esperimenti. Mussolini lo dichiara “ambasciatore del genio italico”.

Intanto un giovane prodigio, Enrico Fermi, studia la nuova frontiera della matematica e della fisica, l’energia nucleare. Nel 1927 riunisce attorno a sé, a Roma, in  via Panisperna, un gruppo di ricerca destinato ad entrare nella storia. Nel 1938 riceve a Stoccolma il Premio Nobel per la fisica, ma Fermi, nel timore che le leggi razziali possano colpire sua moglie, ebrea, dopo la cerimonia non torna in Italia e si rifugia in America. Dopo l’ingresso degli Stati Uniti nella II Guerra Mondiale, si trasferisce nel villaggio-laboratorio di Los Alamos. Entro il 1945 sarà pronta la prima bomba atomica. Segnerà la fine della Seconda Guerra Mondiale e detterà le regole degli anni successivi, quelli della Guerra Fredda. Chiude la puntata, come di consueto, l’ editoriale di Paolo Mieli.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo