Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 24 aprile 2024
 
dossier
 

Cos'è l'accordo Start sulle armi nucleari sospeso da Putin

24/02/2023  Il trattato "New Start" è il quinto di una serie di accordi internazionali stipulati nel 1991 per limitare l'uso di armi di distruzione di massa come gli arsenali nucleari. Nella Conferenza Stampa delle Camere dell'Assemblea Federale riunite il 21 Febbraio Vladimir Putin ha sospeso tale accordo nel suo discorso annuale. Ma in cosa consiste esattamente? Facciamo il punto

Start, il trattato sulle armi nucleari  

Il trattato "New Start" è l'acronimo di di Strategic Arms Reduction Treaty ovvero "Intesa per la Riduzione di armi strategiche", stipulato per la prima volta con un accordo sancito tra Stati Uniti e Russia il 31 Luglio del 1991. Ha come obiettivo quello di ridurre l'uso di armi di distruzione di massa, in particolare gli arsenali nucleari. 

La versione attuale è la quinta e fu rivista e siglata nel 2010 dagli allora presidenti Barack Obama (USA) e Dmitry Medvedev (Russia). Il patto dispone che i due Paesi non schierino più di 1550 testate nucleari a lungo raggio, inoltre Russia e Stati Uniti devono limitare ogni anno le proprie ispezioni fino a un massimo di 18 con breve preavviso presso le proprie rispettive basi nucleari. 

In particolare, il limite di Start riguarda le testate montate su missili balistici intercontinentali (ICBM), sui missili balistici lanciati dai sottomarini (SLBM) e il numero di bombardieri che sono in grado di lanciare una testata ciascuno. Si tratta quindi di una diminuzione di circa il 74% rispetto all'accordo Start 1. 

New Start monitora, inoltre, i missili non schierati ed è in grado di ricevere informazioni continue sulla loro ubicazione con ispezioni in loco (sospese però nel 2020 a causa della Pandemia), con lo scopo di prevedere in anticipo se la forza schierata decide di aggiungerne altri. 

Vladimir Putin sospende il trattato Start

I termini dell'accordo Start erano scaduti nel Febbraio 2021 ma sono stati rinnovati per altri 5 anni dal presidente Joe Biden e da Putin il quale, però, durante il suo discorso annuale nella Conferenza Stampa dell'Assemblea Federale ha deciso di sospendere: "La Russia interrompe la propria partecipazione all'accordo sugli armamenti strategici Start a partire da oggi". 

Sembra che la decisione del Capo dello Stato di sospendere l'accordo sia dovuto proprio al conflitto in territorio ucraino, avendo l'Occidente e in particolare gli Stati Uniti un ruolo cruciale nel supporto alla Nazione ucraina. Ha sottolineato, quindi, che permettere che gli Stati Uniti “ispezionino le nostre strutture di difesa suona come una sorta di assurdità” 

Cosa succede se viene sospeso il Trattato Start

  

É difficile prevedere esattamente cosa succederà adesso. Dopo il discorso di Vladimir Putin, il Segretario di stato americano Antony Blinken ha dichiarato che la decisione del capo del Cremlino "è molto deludente e irresponsabile". Un altro monito è arrivato dalla NATO, dal Segretario generale Jens Stoltenberg che ha invitato Mosca a riconsiderare questa decisione. 

 

 

Cosa succederà adesso nessuno lo sa bene, rimaniamo in attesa.  

Multimedia
Vinicio Capossela canta l'assurdtà della guerra e l'orrore del coinvolgimento dei bambini
Correlati
Vinicio Capossela canta l'assurdtà della guerra e l'orrore del coinvolgimento dei bambini
Correlati
La visita a sorpresa di Joe Biden in Ucraina
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo