logo san paolo
giovedì 20 gennaio 2022
 
 

Cosa succede dopo la morte?

18/09/2012 

Dopo la morte il giudizio è immediato o bisogna attendere la fine del mondo?
Stefano L.


Subito dopo la morte, per la fede cristiana c’è l’incontro con Cristo giudice e la destinazione finale, felice o infelice, salva la possibilità di una ulteriore purificazione (il purgatorio), qualora la necessaria penitenza non fosse stata completata nella vita e nella morte. Si tratta di una verità di fede (definita), in cui quindi la Chiesa impegna la sua infallibilità, di un dogma da credere senza esitazione, pena altrimenti la caduta nell’eresia. Certo, questa è anche una verità consolante, che rende alla morte un volto apprezzabile e positivo, come tante volte ci ha ripetuto l’esperienza dei santi. Si pensi, per tutti, a san Francesco d’Assisi, che canta gioioso la sua morte. Alla fine del mondo avverrà il completamento dell’opera di salvezza con la risurrezione finale dell’uomo e del cosmo e il giudizio universale. Proprio perché il tempo dell’attesa sembra troppo lungo, non pochi teologi parlano della risurrezione nella morte.

I vostri commenti
3

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo