logo san paolo
giovedì 30 giugno 2022
 
 

Crisi, si mobilita la Milano solidale

10/02/2013  L'impegno del cardinale Scola e dell'intera diocesi. Il 9 febbraio, un convegno. Domenica 10, la giornata della solidarietà. Il Fondo lavoro ha già aiutato 7.000 famiglie. VIDEO

Domenica 10 febbraio, a Milano, si celebra la Giornata diocesana della solidarietà. «Intendiamo mettere al centro della Giornata ancora il Fondo Famiglia-Lavoro: con la seconda fase non è più semplicemente un aiuto economico, ma la volontà di aiutare a ricercare e a ritrovare il lavoro, che è un dono. Senza il lavoro manca una dimensione fondamentale all’uomo e allo stesso tempo, grazie a esso, si costruisce il bene di tutti; realizzando se stesso si cambia la società», spiega il vicario episcopale monsignor Luca Bressan. Istituito nel Natale 2008 dall'allora arcivescovo di Milano, il cardinale Dionigi Tettamanzi, il Fondo è stato rilanciato dal suo successore, il cardinale Angelo Scola, in occasione della festa di Sant'Ambrogio del 2011. A cavallo tra il novembre e il dicembre del 2012, è partita la seconda fase. Ecco un video che ne ripercorre la storia:




Per aiutare le famiglie ambrosiane colpite dalla crisi il cardinale Scola ha deciso di destinare al Fondo un milione di euro e di donare  alcuni regali preziosi che ha ricevuto quando era patriarca di Venezia.  «Mettere in relazione famiglia e lavoro vuol dire mettere in relazione due aspetti fondamentali della vita quotidiana», ha affermato l’arcivescovo. In questa nuova fase si punta soprattutto ad aiutare a ritrovare il lavoro: su quasi 7 mila famiglie fin qui aiutate dal Fondo, infatti, 500 si sono presentate due volte a chiedere il contributo. Quattro i pilastri di questa seconda fase: la confermata erogazione di un contributo economico a fondo perduto per tamponare le situazione di estrema emergenza economica; l’orientamento e la riqualificazione professionale; il microcredito per l’avvio di piccole attività economiche; lo start up di nuove imprese. 

A gennaio 2013 si è concluso un ciclo di formazione rivolto agli operatori del Fondo. Agli appuntamenti hanno partecipato 500 persone, pressoché tutti i volontari impegnati nei distretti, vale a dire gli sportelli sparsi nella diocesi di Milano, dove chi ha perso il lavoro a causa della crisi, può rivolgersi per essere aiutato.  Procede anche la raccolta di denaro. Tra il dicembre 2012 e il gennaio 2013 sono stati raccolti quasi 150 mila euro. A questa cifra vanno aggiunti i 42 mila euro derivanti dall’operazione benefica «I regali del Cardinale», con la quale sono stati messi all’asta on line 150 oggetti preziosi e pezzi unici ricevuti in dono da Angelo Scola. Le offerte al Fondo si possono effettuare on line o tramite bonifico bancario. Un terzo delle donazioni sono state fatte con carta di credito. Tra queste oltre il 60% proviene da privati cittadini. Persone comuni che hanno contribuito con piccole somme.


Sabato 9 febbraio, intanto, la diocesi organizza un convegno che ha per titolo “Che razza di crisi! Italiani e migranti uniti nel lavoro”. Lo organizza il Servizio per la pastorale sociale e il lavoro, in collaborazione con la Pastorale dei migranti. Intervengono don Giancarlo Quadri, responsabile Pastorale dei migranti, don Walter Magnoni, responsabile del Servizio per la pastorale sociale e il lavoro), il sociologo Aldo Bonomi. Seguono le testimonianze dei lavoratori della cooperativa Lares 2012 e di un migrante e una tavola rotonda sulle modalità di sostegno al mercato del lavoro in una società multietnica, con rappresentanti del sindacato, delle imprese e delle associazioni cattoliche impegnate in questo ambito.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo