logo san paolo
mercoledì 19 gennaio 2022
 
dossier
 

Cristiani copti: chi sono?

19/02/2015  Chi sono i copti, una Chiesa cristiana di antica tradizione ricca di martiri. E presente anche in Italia.

La Chiesa copta fu fondata in Egitto nei I secolo. Ha origine dalla predicazione di San Marco, evangelista che predicò in Egitto, sotto l’impero di Nerone. Il capo della Chiesa copta è Patriarca di Alessandria. Molti dei primi monaci copti morirono come martiri.

Il distacco dalla Chiesa latina e greca venne a causa del Concilio di Calcedonia che stabilì che Cristo era al tempo stesso Dio e uomo. Erano secoli, siamo tra i IV e il V secolo, caratterizzati da numerose diatribe sulla natura di Cristo.
I Copti non accetteranno le disposizioni del Concilio di Calcedonia. Solo dopo il Concilio Vaticano II è iniziato un cammino ecumenico che ha portato nel 1973 al primo incontro dopo 15 secoli tra Paolo Vi e il Papa dei Copti Shenuda III.

Cominciò allora un dialogo teologico, che nel 1988 portò alla sottoscrizione di una Dichiarazione comune sulla cristologia, che mise fine a secoli di reciproca diffidenza.
La Dichiarazione dice: “Crediamo che il Nostro Signore, Dio e Salvatore Gesù Cristo, il Verbo Incarnato è perfetto nella Sua Divinità e perfetto nella Sua Umanità. Ha reso la Sua Umanità una con la Sua Divinità senza mescolanza, commistione o confusione. La Sua Divinità non è stata separata dalla Sua Umanità neanche per un momento o per un batter d’occhio”.

I vostri commenti
7

Stai visualizzando  dei 7 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo