logo san paolo
venerdì 22 ottobre 2021
 
dossier
 

Cristina D'Avena: "Che bello restare bambini"

13/02/2016  Intervista alla regina delle sigle televisive che ha conquistato l'Ariston con le sue sigle dei cartoni animati rimaste nella memoria di tutti.

Un collega che si era fatto un selfie con lei, preso in giro da un altro giornalista, ha risposto serissimo: "Cristina D'Avena è stata il mio idolo quando avevo dieci anni!". E' così: quando ha intonato "Kiss me Licia" e "Occhi di gatto" tutto l'Ariston (e tutta la sala stampa) ha cantato con lei. E dire che quando Cristina canta ogni tanto "all'inizio mi vergogno un po', mi sento un po' stupida. Ma poi so che il pubblico mi vuole così. E sono felice".

Il tuo personaggio quindi ti sta stretto?
Per niente. In fondo sono rimasta una bambina. Cerco sempre di guardare il mondo con occhi infantili. E ai miei concerti dico sempre al pubblico: "Non vergognatevi mai di cantare le sigle dei cartoni animati, di emozionarvi, di ridere e piangere come fanno i bambini".

Come sono cambiati i bambini?
Qualche tempo fa ero a tavola con un bambino e non riuscivo a compiere un'operazione con il cellulare. Lui mi ha guardato e ha sibilato: "Te lo faccio io". Diciamo che io ero più tranquilla. Ma va bene così".

Quali sono gli ingredienti per una buona sigla dei cartoni?
Due o tre ritornelli tutti uguali perché i bambini ricordano quelli e non le strofe. Deve essere orecchiabile, ma non banale. Difatti molte sigle sono state scritte da grandi autori come Massimiliano Pani e Piero Cassano. Sono delle canzoni a tutti gli effetti che resistono nel tempo. Oggi anzi fanno tendenza. Faccio tante serate anche nelle discoteche proponendo versioni remixate".

Tra i cantanti pop chi sono i tuoi preferiti?
Mi piacciono molto Nek, Marco Mengoni e Arisa.

E ti piacerebbe cantare una canzone pop?
Perché no? Se fosse come "A te" di Jovanotti sarebbe bellissimo.

Ti è piaciuta la versione acustica di Goldrake che hanno proposto a Sanremo gli Zero Assoluto?
 Tantissimo.



Multimedia
Ezio Bosso: «La musica siamo noi»
Correlati
Ezio Bosso: «La musica siamo noi»
Correlati
Ceresole Reale, benvenuti nella scuola più piccola d'Italia
Correlati
I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%