logo san paolo
domenica 29 maggio 2022
 
Emergenza Covid-19
 

Croce Rossa: farmaci a casa per chi non può uscire

21/03/2020  Sarà attivo da lunedì 23 marzo CRI Pronto farmaco, il servizio per la consegna dei farmaci a domicilio attivato da Federfarma Lombardia e dal Comitato regionale Lombardia di Croce Rossa Italiana: i cittadini lombardi over-65, non autosufficienti, sottoposti a quarantena o risultati positivi al Covid-19 potranno ricevere a casa i medicinali, senza alcun costo aggiuntivo, semplicemente chiamando il numero 02.388.3350.

Annarosa Racca, presidente Federfarma Lombardia.
Annarosa Racca, presidente Federfarma Lombardia.

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00Per ricevere i farmaci presso il proprio domicilio, oltre al codice fiscale, è necessaria la prescrizione medica o il codice NRE della ricetta, che in questo periodo di emergenza viene comunicato telefonicamente dal medico di famiglia. Quest’ultima procedura è stata attivata proprio per evitare che i cittadini si rechino negli studi e negli ambulatori, creando assembramenti che sono contrari alle attuali norme di contenimento del contagio da Covid-19.

Usufruire del servizio di consegna è molto semplice: chiamando il numero dedicato, il cittadino sarà messo in contatto, dalla Croce Rossa, con la farmacia più vicina, alla quale potrà richiedere i medicinali di cui ha bisogno. Successivamente un volontario della Croce Rossa si recherà presso il domicilio del richiedente, per ritirare i contanti e consegnargli i farmaci ordinati.

I volontari della CRI possono identificare rapidamente la farmacia più vicina grazie al supporto del sito di www.farmacia-aperta.eu adattato gratuitamente dalla software-house PTER per questo utilizzo.

«CRI Pronto Farmaco è un ulteriore servizio che le farmacie hanno messo a disposizione dei cittadini lombardi in un momento di emergenza come quello che stiamo affrontando»ha detto Annarosa Racca, Presidente di Federfarma Lombardia. «Ringrazio la Croce Rossa e in particolare il Comitato regionale della Lombardia della CRI, perché grazie al lavoro dei loro volontari possiamo garantire la continuità delle cure alle persone anziane e fragili, e a quelle che per non autosufficienza o positività al virus non possono assolutamente muoversi dal proprio domicilio».

«Constatiamo ogni giorno l’importanza di proteggere la popolazione e in particolare le persone più vulnerabili al Covid-19», ha affermato Antonio Arosio, presidente di Croce Rossa Italiana – Comitato regionale Lombardia. «Per questo, soprattutto nei territori più colpiti, diversi Comitati locali si erano nei giorni scorsi attivati per garantire la consegna dei farmaci. Ora, grazie all’accordo con Federfarma Lombardia e alla generosità dei volontari di tutti gli 87 Comitati territoriali, il servizio potrà essere garantito in tutta la Lombardia, con il coordinamento dell’Unità di Crisi del Comitato regionale».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo