logo san paolo
venerdì 01 luglio 2022
 
 

Crucifixus, storie di rinascita

29/03/2013  La bella rassegna di teatro sacro propone un programma di spettacoli all'insegna della speranza. Forte il coinvolgimento delle comunità della Valle Camonica e del Sebino.

Torna il primo aprile, nel solco della tradizione che nelle quindici edizioni precedenti ne ha fatto una delle principali rassegne nazionali di teatro sacro e, insieme, forte di alcune importanti novità Crucifixus: spettacoli ispirati ai temi della fede che, dal primo al 20 aprile, coinvolgeranno i territori della Valle Camonica e il Sebino bresciano e bergamasco. Il tema dell'edizione 2013 è la rinascita: la cultura e tanto meno la domanda religiosa non possono, oggi, prescindere dal profondo malessere che attanaglia l'uomo contemporaneo, malessere che è morale e spirituale, prima ancora che economico. Ecco allora che anche Crucifixus si lascia plasmare da questa atmosfera e propone una serie di percorsi che tracciano parabole di morte e risurrezione.

In concreto, ciò significa che, accanto al consueto lavoro di recupero degli antichi testi e delle tradizioni devozionali e alla valorizzazione del patrimonio artistico locale, si coinvolgerà in maniera sempre più stretta la comunità. Anche gli attori famosi e i grandi nomi del teatro protagonisti degli spettacoli saranno chiamati a mettersi a disposizione delle realtà locali. Per il futuro, c'è il progetto di una formula dedicata alla città.

Gettando uno sguardo sul ricco programma, per il quale rimandiamo al sito specifico, segnaliamo l'apertura del primo aprile affidata ad Alessio Boni, accompagnato dalle percussioni da Michele Rabbia: l'attore darà voce ai disciplini del territorio  bergamasco, raccontando, attraverso la loro antica lingua, la Passione di Cristo. Giuseppe Manieri e Ginetta Maria Fino narreranno un altro tipo di passione, quella di Pino e sua moglie a partire dall'incidente che nel 1996 gli ha portato via la memoria e lo ha costretto alla ricerca di sé stesso.

Una passione scolpita nel legno è al centro della Via Crucis prodotta da Elea Teatro per Crucifixus: un percorso che si muove nella vita di un uomo, di una folla e di una comunità che, dopo due mila anni, continua a parlarci. Un Giobbe moderno e la sua contesa con Dio sono protagonisti dello spettacolo portato in scena a Breno dalla Compagnia teatrale Il servo muto. Dopo il succeso della Trilogia della spiritualità, Lucilla Giagnoni torna al festival Per seguir virtute e canoscenza, un cammino di rinascita da percorrere accanto a Dante. E tante altre proposte...

Per il teatro di comunità, per l'ottavo anno consecutivo la Comunità di Zone si mette in gioco realizzando una rappresentazione sul patrono del paese, San Giovanni Battista. Fonteno, Solto Collina e Riva di Solto hanno unito le forze per mettere in scena Sangue e acqua. Da segnalare anche un concorso per le scuole e l'esposizione delle opere di Carlo Alberto Gobbetti nell'ambito dell'anno della fede.

Dove & quando
Crucifixus, dall'1 al 20 aprile, località varie della Valle Camonica, del Sebino bresciano e bergamasco. Tutte le informazioni e il calendario degli spettacoli su www.crucifixus.com.
Info: tel. 0364/32.40.97

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo