logo san paolo
sabato 27 novembre 2021
 
 

Tv dei ragazzi: cosa c'è da salvare

31/10/2014  Sul piccolo schermo abbiamo anche noi prodotti degni di nota. Ecco alcuni consigli per i genitori.

Disney Channel ha tutto l’interesse – economico assai più che culturale – a sostenere la tesi che la qualità della produzione televisiva italiana “per ragazzi” non sia adeguata. E già questo dovrebbe mettere sull’avviso gli spettatori, tanto quanto l’Agcom, rispetto a quanto la tv “in chiaro” effettivamente può offrire. Al di là di questo e dei gusti soggettivi, alcuni programmi attualmente in onda sono non soltanto da salvare ma anche da apprezzare.

Partiamo dai cartoni animati (o da quelli che una volta così si chiamavano) e citiamo subito Geronimo Stilton (Rai Gulp, 9.05, 9.30) e Winx Club (Rai Gulp, 17.55). Il topo giornalista e investigatore è sempre alle prese con nuove indagini a Topazia, insieme alla sorella Tea e a un clan di comprimari ben assortito; e qualche novità nella trama non manca mai.

Dal canto loro le fatine fashion Bloom, Flora, Stella, Aisha, Musa e Tecna si confermano protagoniste di uno dei più importanti fenomeni nel campo dell’animazione.

Sulla stessa emittente va in onda Gulp cinema e teatro (domenica ore 18.20), il magazine settimanale che presenta i trailer dei film e dvd preferiti dai ragazzi, le prime dei film più attesi e soprattutto le loro opinioni, con filmati ad hoc in esclusiva e con la partecipazione interattiva dei giovani spettatori.

Cose dell’altro Mondo! Viste, spiegate e raccontate da Luca Parmitano (Rai Gulp, martedì e giovedì ore 17) è un format nuovo, affidato all’ormai noto astronauta italiano dell’Esa, su un argomento come il futuro, sentito dai ragazzi in modo particolare.

Di taglio completamente diverso, ma a suo modo citabile, è La CQ. Una Scuola fuori… dalla Media (Boing, ore 15), serie televisiva dedicata alla vita degli adolescenti fra i banchi di scuola a metà fra la sit-com e il telefilm.

Abbassando sensibilmente l’asticella anagrafica, La posta di Yoyo (Rai Yoyo ore 8.25) vede Carolina Benvenga impegnata a leggere le letterine e mostrare i disegni dei bambini pervenuti in redazione, ma anche a rispondere alle loro domande e a rivedere insieme le sequenze dei programmi più richiesti. In serata, sulla stessa rete la “Buonanotte con le favole del Fantabosco” (ore 22.30) manda a letto tranquilli anche i bambini più tiratardi.

Impossibile non citare, in chiusura, la Melevisione (Rai Yoyo, sabato ore 8.40, domenica ore 8.50), storico programma che, dopo una pausa di riflessione, è tornato ad animare la fantasia dei telespettatori più piccini.

 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo