logo san paolo
mercoledì 29 giugno 2022
 
 

Dieci posti a Firenze per restauratore

12/05/2010  Il corso di formazione, equiparato alla laurea, dura cinque anni.

L’Opificio delle pietre dure di Firenze è una delle scuole che consente di conseguire la qualifica di restauratore di beni culturali, insieme all’Istituto centrale per il restauro di Roma e alla Scuola del mosaico di Ravenna.

 È il momento per fare la domanda (entro il 3 giugno) all’Opifico delle pietre dure di Firenze, che ha messo a concorso dieci posti (vedi rubrica Concorsi): sei per chi si occupa di manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile, manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee, manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti; altri 4 posti per chi si occupa di materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici, materiali e manufatti in metallo e leghe.

Il corso di formazione dura cinque anni a ciclo unico ed è  articolato in 300 crediti formativi, corrispondenti ai crediti formativi previsti dal regolamento universitario. L’esame finale è abilitante alla professione di restauratore di beni culturali, un titolo di studio equiparato al diploma di laurea magistrale. 

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti: età 18-30 anni; diploma quinquennale di istruzione secondaria superiore; cittadinanza italiana o di altro Stato dell’Unione Europea, i cittadini di Stati extracomunitari sono ammessi se dimostrano il possesso di un titolo di studio equipollente a quello richiesto; idoneità fisica alle attività che il percorso formativo prescelto comporta;  non aver riportato condanne penali. 

Le prove sono: un colloquio preliminare in lingua italiana, riservato ai candidati cittadini non italiani; una prova grafica; un test attitudinale pratico-percettivo; una prova orale.  I candidati dovranno altresì dimostrare la conoscenza della lingua inglese.

Per le  informazioni  rivolgersi alla: Segreteria dell’Opificio delle pietre dure, via degli Alfani, 78 50121 Firenze,  tel. 055/26.51.326 e 055/26.51.353.

e-mail: opd.saf@beniculturali.it
sito: www.opificiodellepietredure.it

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo