Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
martedì 23 luglio 2024
 
TV DEI BAMBINI
 

Disney e il giudizio sui nostri prodotti

31/10/2014  Disney Italia ha chiesto l'esenzione dalle quote obbligatorie di programmazione televisiva perchè la qualità dell'animazione italiana sarebbe insufficiente.

Prodotti di scarsa qualità: questo è il lapdario giudizio nei confronti della Tv per ragazzi. Un giudizio che pesa perché viene dal colosso americano che da quasi un secolo fa sognare i bambini di tutto il mondo con cartoni e film che hanno lasciato il segno.

Questo giudizio  avviene all'interno della richiesta da parte della Disney Italia dell'esenzione di versare nei prossimi tre anni il previsto 10 per cento, destinato alla produzione indipendente italiana ed europea e alle opere cinematografiche di espressione originale italiana. E il rifiuto è stato motivato con la qualità insufficiente dell'animazione italiana e con la scarsità di prodotti sul mercato compatibili con la linea editoriale dei palinsesti dei canali Disney.

E a sorpresa l'Agicom, l'autorità per le garanzie nelle comunicazioni,  ha accolto la richiesta e ha derogato per due anni la Disney dal sostenere con la sua parte progetti italiani. Si tratta di milioni di euro in meno a un settore della creatività e cui fanno parte molti giovani talenti.

Non sono mancate le reazioni da parte di chi  da anni lavora per i bambini e i ragazzi e che ritiene ingiusta la bocciatura a fronte dei talenti che indubbiamente sono presenti nel nostro Paese.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo