logo san paolo
venerdì 12 agosto 2022
 
 

Divorzi "overtime"

09/07/2011  Non esiste più la famosa crisi del 7° anno. Gli ultimi dati Istat parlano ormai di un matrimonio che traballa anche in età matura.

Un tempo, ricordano i meno giovani, si riteneva che, superata la fatidica soglia dei 7 anni di matrimonio, la coppia aveva ormai superato l'esame e poteva avviarsi pacificamente a vivere insieme anni abbastanza tranquilli fino a una serena vecchiaia. Ormai il peggio tra marito e moglie era passato, insomma: di figli ne erano mediamente già nato qualcuno e la preoccupazione principale dei coniugi diventava farli crescere ed educarli. Da tempo non è più così. Un dato su tutti che sta a testimoniarlo: nel 2000, al momento della separazione, gli uomini ultrassesantenni erano 4.247, nel 2005 sono diventati 6.048, nel 2009 addirittura 8.086 (le donne rispettivamente: 2.555, 3.856 e 5.213). In termini percentuali i mariti che si separano dopo i 60 anni sono il 9,4% del totale, le donne il 6,1%. Ancor più semplificando: un uomo su 10 che oggi si separa ha ormai varie decadi di matrimonio alle spalle...

I dati riferiti al 2009 che l'Istat ha diffuso in questi giorni sulle separazioni e i divorzi, dati attinti direttamente dalle cancellerie dei 165 tribunali civili italiani, dicono però anche altro. Le separazioni nel 2009 sono state 85.945, i divorzi 54.456, con un incremento rispettivamente del + 2,1% e dello + 0,2% rispetto al 2008. Un dato più contenuto, comunque, rispetto a quello che si era registrato tra il  2007 e 2008: + 3,4% (per le separazioni) e + 7,3% (per i divorzi). Più interessante è forse però fare il raffronto tra il 1995 e il 2009: se 14 anni prima ogni 1.000 matrimoni vi erano 158 separazioni e 80 divorzi, nel 2009 si arriva a ben 297 separazioni e 181 divorzi. Rispettivamente, per le separazioni quasi il doppio, per i divorzi più del doppio.

Al Sud, come è tradizione, ci si separa e si divorzia meno: nel 2009 vi sono state 198,6 separazioni per mille matrimoni, contro il massimo registrato nel Nord-Ovest: 374,9 separazioni per mille matrimoni. La durata media del matrimonio, al momento dell'avvio del procedimento giudiziario che fa seguito alla crisi coniugale, è di 15 anni per le separazioni e di 18 anni per i divorzi. L'Istat certifica poi che l'età media alla separazione è di 45 anni per i mariti e 41 per le mogli (rispettivamente 47 e 43 al divorzio).

Sul tema dei divorziati risposati nella Chiesa Famiglia Cristiana ha pubblicato questa settimana (FC n. 28 del 10 luglio) un ampio servizio.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo