logo san paolo
giovedì 06 agosto 2020
 
Il teologo risponde
 

Divorziati ed ex preti trattati in modo diverso?

26/09/2015  Entrambi segnano un cambiamento rispetto ad uno stato precedente, ma le due situazioni non sono da confondere. La risposta del teologo.

Perché io, divorziato, non posso accostarmi ai sacramenti né fare il padrino, mentre un prete, dopo essere tornato allo stato laicale, può ancora comunicarsi?

TARCISIO S.

Le due situazioni (divorziati non risposati e divorziati risposati) sono distinte e non vanno confuse. Ai divorziati non risposati non si frappongono ostacoli per l’ammissione ai sacramenti, come pure per partecipare alla vita liturgica e caritativa della comunità.

La pastorale della Chiesa raccomanda che «la comunità locale e i pastori devono accompagnare queste persone con sollecitudine, soprattutto quando vi sono figli o è grave la loro situazione di povertà». Altro è se i divorziati sono coinvolti in una nuova unione, di fatto, o si sono risposati con rito civile.

La Chiesa ha il potere di concedere la riduzione allo stato laicale e la dispensa dal celibato (come pure dal voto di castità), perché non è legato intrinsecamente al sacerdozio; non così, invece, per l’indissolubilità, perché è intrinseca al matrimonio. La questione dei sacramenti ai divorziati risposati e alle unioni di fatto sarà all’attenzione del prossimo Sinodo dei vescovi (ottobre 2015) e delle successive direttive del Papa.

I vostri commenti
3
scrivi

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%