logo san paolo
sabato 02 luglio 2022
 
Solidarietà e salute
 

Doniamo una visita sospesa per prevenire le malattie

23/11/2021  La fondazione Valter Longo, che punta sulla corretta nutrizione per prevenire malattie cardiovascolari, tumori e diabete, lancia l'iniziativa per cui con 25 euro si può donare una visita presso i suoi centri

L’alimentazione può salvare una vita? Certamente si, in quanto oggi possiamo affermare che la sana nutrizione e uno stile di vita corretto possono funzionare come il farmaco naturale più potente che abbiamo a disposizione per prevenire le cosiddette “patologie non trasmissibili”, come tumori, diabete, obesità, malattie cardiovascolari, autoimmuni, neurodegenerative. In grado di intervenire in modo preventivo non solo per salvare una vita, ma su oltre un terzo delle malattie o morti premature che avvengono in Italia, evitabili proprio grazie ad una alimentazione corretta, al controllo del peso e ad uno stile di vita equilibrato. 

Torna la Call to Action alla “Visita sospesa” 
Anche quest’anno, forte del successo della prima edizione della Campagna per la “Visita Sospesa”, Fondazione Valter Longo Onlus, da sempre in prima linea in Italia per garantire a tutti, in particolare alle persone che vivono una particolare condizione di disagio economico, opportunità e uguaglianza di cure, ha deciso anche quest’anno di lanciare un appello a tutti ad accorciare le distanze e a salvare una vita. 
In occasione del Natale, che è da sempre un momento di forte aggregazione sociale e di festa che tutti hanno diritto di trascorrere in salute e serenità, Fondazione Valter Longo Onlus ripropone la seconda Call to Action “Visita sospesa” dove, con poco più di una donazione simbolica a partire da 25 euro si può fare veramente la differenza, mettendo a disposizione dei meno fortunati e delle persone più fragili l’arma più potente per porre le basi di una vita lunga e in salute.  
 
Grazie ai contributi raccolti, pazienti in povertà o in difficoltà economiche, bambini, adulti e anziani svantaggiati potranno fruire gratuitamente della “visita sospesa” e saranno accolti presso il Punto Longevità di Milano o assistiti presso le strutture e i servizi territoriali presso i quali la Onlus opera attraverso un team specializzato di nutrizionisti, deputati a curare l’equilibrio alimentare, la salute e la longevità dei più fragili, anche integrando il loro supporto alle cure mediche tradizionali. Per una visita in totale sicurezza, i colloqui saranno garantiti anche tramite WhatsApp, Skype o attraverso un consulto telefonico. 

Come donare
È possibile fare la propria donazione direttamente dal sito della Fondazione Valter Longo Onlus, nella sezione dedicata: www.fondazionevalterlongo.org/dona-ora/

Metà dei decessi sono “evitabili” con la prevenzione primaria
Le persone che muoiono prematuramente prima dei 75 anni a causa di malattie “evitabili”, è del 33,7% del totale dei decessi, con una predominanza di mortalità maschile rispetto a quella femminile. Ma grazie ai dati recentemente diffusi e piuttosto chiari, si puo’ affermare che intervenire direttamente sull’invecchiamento nel corso del tempo potrebbe essere una formula preventiva di molte patologie e fragilità generale più efficace rispetto a quella attuata ora di curare ogni singola malattia al momento del suo apparire: oggi circa la metà dei decessi considerati “evitabili” attraverso la prevenzione primaria è causata dalle malattie cardiovascolari - in particolare, da infarto (32%) e ictus (16%), seguiti dalle patologie tumorali, tra le quali il cancro al colon (12%) e al seno (9%); dal diabete, le cui diagnosi negli ultimi 40 anni si sono quadruplicate a livello globale, e dall’obesità, quinto più importante fattore di rischio globale, aumentata del 60% negli ultimi 30 anni in Italia (Dati Ministero della Salute, Istat ed Eurostat). Ma non solo: oltre all’aspetto legato alla salute, lo sviluppo di queste malattie condiziona pesantemente la spesa sanitaria che, secondo l’Istat, è determinata per oltre 82 miliardi sul totale dall’assistenza per cura e riabilitazione, gravando sul Pil per oltre il 5%.

La nutrizione sana che ti salva la vita 
Parlare di salute, oggi, non può significare esclusivamente curare le malattie, ma significa permettere alle persone di non ammalarsi, intervenendo in modo preventivo su determinati fattori di rischio acceleratori dell’invecchiamento stesso, come regime alimentare ed esercizio fisico, capaci di incidere sul miglioramento generale della salute e di agevolare una sana longevità.  
Informazione, monitoraggio e interventi pro-longevità sana sono il “tris di assi” vincente che Fondazione Valter Longo Onlus propone per combattere le malattie evitabili di bambini e adulti. Attraverso visite personalizzate, programmi di educazione alimentare e divulgazione scientifica mirata, i nutrizionisti della Fondazione lavorano insieme a medici di base, specialisti, pediatri, operatori sanitari per cambiare la vita alle persone a rischio o già malate attraverso la nutrizione sana.  
 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo