logo san paolo
domenica 24 ottobre 2021
 
IL PAPA
 

E "Giorgio" tornò a casa: papa Francesco incontra i suoi parenti

29/06/2015  Durante la sua visita a Torino, Jorge Mario Bergoglio ha incontrato una trentina di parenti. «E' stato un momento di famiglia; Giorgio, come continuiamno a chiamarlo, ci è sembrato veramente disteso», dice a Famiglia Cristiana Carla Bracchino, una cugina, che a giorni di distanza dall'evento riordina i ricordi e mantiene intatta l'emozione.

Torino, lunedì 22 giugno 2015.  Un momento dell'incontro del Papa con i suoi parenti. Francesco celebra Messa nella cappella dell'arcivescovado di Torino. Foto: Osservatore Romano.
Torino, lunedì 22 giugno 2015. Un momento dell'incontro del Papa con i suoi parenti. Francesco celebra Messa nella cappella dell'arcivescovado di Torino. Foto: Osservatore Romano.

La due giorni di papa Francesco a Torino è stata anche l’occasione per ritrovare le sue origini piemontesi: più volte negli incontri pubblici ha sottolineato di essere «nipote di questa terra». Momento commovente, nella mattinata di domenica 21 giugno, la sosta davanti al battistero della chiesa dei Padri carmelitani di Santa Teresa, dove fu battezzato suo padre Mario. E poi l’incontro privato con una trentina di parenti torinesi e astigiani, lunedì 22, dopo la storica visita nel tempio valdese. Oltre tre ore dedicate alla famiglia: prima la Messa nella chiesa dell’arcivescovado, con monsignor Cesare Nosiglia e il cardinale Severino Poletto, poi il pranzo.

«Ha organizzato tutto lui: ai parenti astigiani di Portacomaro ha chiesto solo di portare il vino, il suo preferito, il Grignolino», dice Carla Bracchino, 83 anni, torinese, cugina di «Giorgio» in quanto figlia di Ines Bergoglio, a sua volta  cugina prima del papà del Papa. «Ci ha detto, scherzando, che voleva ricambiare la nostra ospitalità: dal 1970, per 40 anni quando veniva a Torino, non ha mai mancato di fermarsi a casa nostra. E questa volta siamo andati noi da lui». La signora Carla dice che «Giorgio» («per me, anche se è il Papa, è rimasto mio cugino e continuo a chiamarlo così»), per non fare torto a nessuno dei parenti ha voluto che a tavola ci si disponesse per anzianità e grado di parentela.

Torino, lunedì 22 giugno 2015.  Un momento dell'incontro del Papa con i suoi parenti. Francesco celebra Messa nella cappella dell'arcivescovado di Torino. Foto: Osservatore Romano.
Torino, lunedì 22 giugno 2015. Un momento dell'incontro del Papa con i suoi parenti. Francesco celebra Messa nella cappella dell'arcivescovado di Torino. Foto: Osservatore Romano.

«Io sono la più anziana – prosegue la cugina – Giorgio mi ha detto “tu sei la prima della fila” e così mi sono seduta vicino a lui. È stato un momento di famiglia dove Francesco ci è sembrato veramente disteso, ha scherzato, riso di gusto come capita quando ci incontriamo: con noi più anziani abbiamo ricordato i tempi antichi, le barzellette in piemontese che a lui piacciono tanto. Alla fine gli ho detto: “Giorgio, volevo dirti tante cose ma non sono riuscita”. E lui: “Ma se non sei mai stata zitta!”». Dopo la foto ricordo, il saluto e l’abbraccio uno per uno di tutti i famigliari e la promessa di rivedersi. «Certo a Torino sarà difficile che torni a breve – sorride la signora Bracchino – ma ci siamo detti che andremo a trovarlo noi in Vaticano. “Avvisatemi solo sei mesi prima”, ci ha detto il Papa, “in modo da farmi trovare”».

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%