logo san paolo
mercoledì 01 dicembre 2021
 
 

È normale coprire il pane eucaristico durante la messa?

19/09/2017 

GABRIELLA Mi capita di partecipare a una Messa dove il sacerdote copre l’ostia sulla patena con un tovagliolino che toglie solo durante la consacrazione. Così anche per il calice. Non c’è una regola chiara per tutti?

Anche sulle nostre mense un tempo era normale coprire la caraffa del vino e il cesto del pane nel caso ci fossero le mosche. Un’attenzione ancora maggiore si prestava per il pane e il vino della Messa. Questa prassi divenne norma abituale in ogni caso con il Messale del 1570. Il Messale attuale prevede che si possa ancora coprire il calice con il vino se lo si ritiene opportuno per le ragioni igieniche di cui sopra (n. 142). Per le stesse ragioni è possibile coprire anche la pisside che contiene le piccole ostie per i fedeli, ma non durante la consacrazione. Non è previsto che si copra l’ostia grande a meno che ciò non sia consigliato da un’emergenza del tutto imprevista. La semplificazione rituale della Messa attuale è stata suggerita dal desiderio di compiere gesti veri, che abbiano un senso, alieni da ogni formalità.

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo