logo san paolo
mercoledì 01 dicembre 2021
 
 

Emergenza caldo. Un aiuto a chi rischia

21/08/2012  Domani è previsto il picco dell'ennesima ondata di caldo africano in questa estate rovente. Ecco misure approntate, call center e numeri d'emergenza per anziani e categorie a rischio.

Non se ne avvertiva davvero la necessità ma, stando a quanto dichiarano tutti i meteorologi, domani su tutta la penisola si raggiungerà il picco dell’ennesima ondata di afa e caldo africano, la settima in questa estate rovente dovuta all’anticiclone subtropicale sahariano e prontamente battezzata “Lucifero”. Le temperature percepite previste andranno in molti casi a sfiorare i 40 gradi centigradi. Le città vanno lentamente ripopolandosi, negozi e uffici a poco a poco ritornano in attività e la stagione estiva è entrata ormai nel suo terzo conclusivo, ma l’allerta resta ancora ai massimi livelli, specialmente per anziani – molto spesso lasciati soli – disabili e altre categorie a rischio.

Evitando di tirare in ballo statistiche e raffronti con estati recenti e non, c’è comunque da dire che già negli ultimi giorni gli italiani rimasti in città – ma non solo – sono stati messi a dura prova: a Roma da tempo nei negozi sono introvabili i ventilatori (vecchio rimedio rispolverato in periodi di crisi da chi non può permettersi un condizionatore), al Rifugio Capanna Margherita sul Monte Rosa, 4.560 metri d’altitudine, il termometro già di prima mattina aveva superato i 4 gradi centigradi, mentre allo stadio Franchi di Firenze, i Vigili del Fuoco si son visti costretti a “innaffiare” con gli idranti i tifosi per evitare un’insolazione di massa o ben più gravi conseguenze.

Molte amministrazioni comunali, naturalmente, di concerto con associazioni e volontari, hanno perfezionato dagli inizi dell’estate piani di emergenza e approntato centri ricreativi climatizzati dove accogliere persone anziane o non autosufficienti, nonché una serie di servizi espressamente dedicati alle suddette categorie a rischio, come accompagnamento, consegna a domicilio di pasti, consulenze mediche. Negli ultimi giorni, ovviamente, le richieste giunte a centralini e numeri verdi sono andate aumentando di pari passo con i gradi sulla colonnina di mercurio; basti pensare che a Milano, per esempio, a partire dal 4 giugno fino al 19 agosto, sono arrivate quasi 3 mila richieste al call center attivato dal Comune e sono state erogate più di 21 mila prestazioni di vario genere (dalla consegna dei pasti a domicilio alla semplice attività di sostegno relazionale e compagnia), ma solo nell’ultima settimana si è assistito a un aumento pari all’87 per cento del numero di interventi rispetto all’intero periodo precedente di attivazione del piano anti-caldo. Una situazione decisamente critica.

Ecco alcuni numeri utili attivi nelle principali città italiane:

Milano: 800.777.888.

www.comune.milano.it

Numero verde gratuito, monitoraggio diretto da parte di 150 operatori del Comune su 6 mila anziani tramite teleassistenza e sul sito del Comune è presente l’elenco dei Centri socio ricreativi climatizzati.

Torino: 011/81.23.131.

www.comune.torino.it

Numero di telefono gratuito attivo tutti i giorni 24 ore su 24, operatori per l’assistenza a domicilio e, in ogni quartiere, strutture climatizzate.

Roma: 800.147.741.

www.comune.roma.it

Per gli anziani è attivo il numero verde di “Pronto Nonno” per aiutare a gestire situazioni di emergenza.

Napoli: 081/5627027

www.comune.napoli.it

Numero telefonico della “Centrale operativa sociale” attivo tutti i giorni 24 ore su 24 per servizi di informazione, orientamento nell’accesso ai servizi, telecontrollo e telesoccorso per emergenze.

Numero verde nazionale: 1500

Il numero gratuito nazionale è operativo tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 18.00. Il Servizio fornisce direttamente ai cittadini informazioni sui bollettini giornalieri dei sistemi di previsione e allarme meteo (attivi in 27 città), consigli su come difendersi dal caldo e indicazioni sui servizi e sui numeri verdi attivati dalle Regioni e dai Comuni, in particolare per fornire supporto alle persone anziane e agli altri soggetti più suscettibili agli effetti del caldo.



 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo