Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 19 maggio 2024
 
 

Eris Nezha: da Tirana alla Scala di Milano

08/06/2011  Da bambino sognava di fare il pilota e non il ballerino. Ora è protagonista in uno dei corpi di ballo più famosi al mondo.

Albanese, Eris Nezha, è stato ammesso a 10 anni all’Accademia di Tirana. «Mio padre lavorava in Italia e perciò ho fatto l’audizione per entrare alla Scuola della Scala: mi hanno preso ed è così iniziata la mia avventura professionale.
Nel 2002 mi sono diplomato e sono entrato nel corpo di ballo del Teatro. Anzi, mi chiamavano per gli spettacoli già mentre studiavo». In realtà, da ragazzino Eris non voleva fare il ballerino. «Sognavo di pilotare aerei e non ho smesso di pensare che un giorno prenderò il brevetto per volare». Eris già vola nella danza, ricoprendo ruoli come Des Grieux nell’Histoire de Manon e Solor in La bayadère.


Artista ospite in diverse compagnie, dallo Staatsballett di Berlino al Balet di Zagabria, ha ballato all’Opera di Roma in Cenerentola della Fracci e al San Carlo di Napoli ne Lo schiaccianoci. «All’Arena di Verona, interpretando il principe in Cenerentola, ho conosciuto Petra, la mia fidanzata.
Da allora abbiamo ballato in coppia altre volte. Prova dopo prova ci siamo innamorati».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo